Donna felice con le capsule di zinco

Miglior integratore di zinco 2023

Quale zinco è il migliore?

Puoi scoprirlo in questa pagina. E per chi ha fretta, clicca qui per andare direttamente al negozio nu3.

Contenuto

    ...content shows up after page is published.

Sei alla ricerca del migliore integratore di zinco? In un confronto dettagliato sullo zinco, abbiamo testato compresse, capsule e pastiglie di noti produttori in base a 20 criteri ed esaminato i composti di zinco in esse contenuti. Scopri qual è lo zinco vincitore del confronto e come riconoscere i buoni integratori di zinco. Per aiutarti a fare la scelta giusta, ti consigliamo la qualità e l'assunzione.

Come miglior integratore di zinco, il vincitore del confronto 2023 convince per il suo complesso di zinco altamente biodisponibile e per il suo rapporto qualità-prezzo:

nu3 Zinco immune plus
Dettagli del prodotto
21,99 €
Aggiungi nel carrello
Incl. IVA / costi di spedizione esclusi
A partire da un valore d'ordine pari a 49 euro spediamo gratuitamente in tutta Italia. Fino a 49 euro calcoliamo 4,99 euro per l'imballaggio e la spedizione.X

Nel confrono del miglior integratore di zinco abbiamo confrontato quattro prodotti tra loro. Sono questi i punti di confronto tra i quattro integratori di zinco del test:

Criterio / Risultato ➜ Miglior scelta Dosaggio elevato Molti additivi Bassa resa
nu3 Zinco immune plus

nu3 Zinco immune plus

Solgar Picozinco

Solgar Picozinco

Abtei Zinktabletten
LongLife Zinco 25

LongLife Zinco 25

Oxyaid Zinco

Oxyaid Zinco

Forma di dosaggio

Capsule

Compresse

Compresse

Gocce

Principio attivo

Bisglicinato di zinco

Picolinato di zinco

Citrato di zinco

Cloruro di zinco

Biodisponibilità

Molto alta

Alta

Moderata

Bassa

Zinco per dose giornaliera

Icona fabbisogno coperto al 100%

10 mg

Fabbisogno coperto al 100%

Icona sovradosaggio

11 mg

Dosi più elevate del necessario

Icona sovradosaggio

12,5 mg

Dosi più elevate del necessario

Icona fabbisogno coperto al 100%

10 mg

Fabbisogno coperto al 100%

Contiene anche

Complesso brevettato di vitamina C

Caratteristica speciale

Con L-istidina per un assorbimento ottimale

Additivi contenuti

Agenti di rivestimento

Riempitivi, distaccanti

Riempitivi, distaccanti, agenti di rivestimento

Nessuno

Dosaggio consigliato

2 capsule al giorno

½ compressa al giorno

½ compressa al giorno

45 gocce al giorno

Sufficienti per circa

9 settimane

28 settimane

28 settimane

3 settimane

*Disclaimer: questo confronto di prodotti di nu3 analizza una selezione e non pretende di avere una validità generale per tutti i prodotti di zinco sul mercato italiano. I prezzi sono presi in un momento specifico e possono essere diversi in una data successiva.

Classifica del miglior integratore di zinco

  • 1º posto: nu3 Zinco immune plus in capsule
  • 2º posto: Solgar Picozinco in compresse
  • 3º posto: LongLife Zinco 25 in compresse
  • 4º posto: Oxyaid Zinco in gocce

Miglior integratore di zinco: ecco cosa lo rende unico

Nel nostro test sul miglior integratore di zinco, l'integratore zinco immune plus di nu3 si è dimostrato migliore rispetto agli altri integratori.:

Icona composto di zinco

Combina lo zinco bisglicinato con la L-istidina – Per un assorbimento ottimale dello zinco, 10 mg di zinco bisglicinato sono stati combinati con l'aminoacido istidina. Lo zinco bisglicinato appartiene ai composti organici dello zinco che il nostro organismo è in grado di utilizzare al meglio.

Icona zinco e vitamina C

Più vitamina C – Le capsule di zinco di nu3 contengono vitamina C aggiuntiva. Lo zinco e la vitamina C contribuiscono al normale funzionamento del sistema immunitario. Per garantire un elevato assorbimento e tolleranza, è stato utilizzato il complesso brevettato PureWay-C® di vitamina C.

Icona fabbisogno di sostanze nutritive

Il tuo fabbisogno di zinco è coperto al 100% – L'integratore di zinco nu3 è dosato in modo da coprire il 100% del tuo fabbisogno di zinco con due sole piccole capsule al giorno. In questo modo si può essere certi di evitare un sovradosaggio di zinco.

Icona purezza

Le capsule sono particolarmente pure – Rispetto ad altri produttori, lo zinco immune plus nu3 è privo di additivi come lo stearato di magnesio, aromi, coloranti ed edulcoranti. Grazie all'involucro di cellulosa senza gelatina, le capsule sono adatte anche ai vegani.

Icona qualità/prezzo

Buon rapporto qualità-prezzo – Le capsule di zinco di nu3 sono facili da usare e disponibili in un'ampia confezione di scorta. In questo modo hai una buona scorta di zinco di alta qualità per oltre 9 settimane.

Come riconoscere un buon integratore di zinco?

Per essere il miglior integratore di zinco o il vincitore del test nel confronto tra zinco, è importante che soddisfi alcuni criteri. Affinché tu sappia come riconoscere un buon preparato a base di zinco, abbiamo compilato per te un elenco delle più importanti caratteristiche qualitative degli integratori di zinco .

Un buon prodotto a base di zinco dovrebbe soddisfare queste caratteristiche:

  • Contenere un composto di zinco con un tasso di assorbimento molto elevato (ad esempio, zinco bisglicinato).
  • Essere disponibile come preparazione combinata con L-istidina e vitamina C.
  • Contribuiscono a coprire il fabbisogno giornaliero di zinco senza superare la quantità massima di zinco prevista per legge negli integratori alimentari.**
  • Non contenere additivi o pochi additivi.
  • Essere privo di allergeni, gelatina e altre sostanze animali.
  • La confezione deve durare almeno 8 settimane.
  • Fornire informazioni complete sugli ingredienti.
  • Dimostrare un buon rapporto qualità-prezzo.

**Nota: in Italia, la quantità massima legale di zinco negli integratori alimentari è di 15 mg.

Quale composto di zinco è il migliore?

Il miglior composto di zinco è costituito da bisglicinato di zinco combinato con l'aminoacido istidina.[1] Il bisglicinato di zinco appartiene ai composti organici di zinco che il nostro organismo è in grado di utilizzare al meglio. L'aggiunta di istidina a questo complesso garantisce un assorbimento ottimale dello zinco. Pertanto, presta attenzione a quale composto di zinco contiene il tuo preparato e se è stato combinato con l'istidina.

Quale zinco viene assorbito meglio?

Lo zinco bisglicinato e lo zinco istidina vengono assorbiti meglio. Il motivo è che il nostro corpo assorbe meglio lo zinco quando è legato a un aminoacido.[2] Questo perché gli aminoacidi come l'istidina e la glicina sono buoni chelanti dello zinco, cioè formano un complesso stabile con lo zinco che il nostro corpo può utilizzare bene. Questo tipo di composto è chiamato anche chelato di zinco. Pertanto, i buoni integratori di zinco sfruttano la combinazione di zinco e aminoacidi in un integratore alimentare per ottenere una biodisponibilità ottimale dello zinco.[1]

La biodisponibilità indica la velocità e la misura in cui un micronutriente viene assorbito dall'organismo.


Qual è lo zinco più biodisponibile?

Esistono diversi complessi di zinco, come il bisglicinato di zinco, il gluconato di zinco, il citrato di zinco e l'ossido di zinco, tutti caratterizzati da una diversa biodisponibilità. Il più biodisponibile è il composto organico zinco bisglicinato.[3]

Il tasso di assorbimento di altri composti organici, come il gluconato di zinco, è leggermente inferiore a quello di una forma chelata di zinco (ad esempio il bisglicinato di zinco), ma è comunque superiore a quello di composti inorganici come il solfato di zinco, l'ossido di zinco o il cloruro di zinco.[3] Tuttavia, molte compresse di zinco contengono principalmente composti inorganici. Fondamentalmente, i composti organici dello zinco hanno una biodisponibilità maggiore rispetto a quelli inorganici.[2]

Nella tabella, ti mostriamo quale zinco ha la migliore biodisponibilità:[3]


Complesso di zinco ➜ Biodisponibilità Tipo di legame

Bisglicinato di zinco

Molto alta

Organica

Istidina di zinco

Molto alta

Organica

Gluconato di zinco

Alta

Organica

Picolinato di zinco

Alta

Organica

Citrato di zinco

Moderata

Organica

Solfato di zinco

Moderata

Inorganica

Ossido di zinco

Bassa

Inorganica

Cloruro di zinco

Bassa

Inorganica

Quando lo zinco è più efficace?

Lo zinco funziona meglio se assunto a stomaco vuoto, almeno mezz'ora prima di un pasto. Assicurati di bere abbastanza acqua. È inoltre necessario mantenere una distanza di circa due ore da altri integratori alimentari a base di ferro, rame o calcio. In questo modo l'organismo può utilizzare lo zinco senza interferenze e beneficiare in modo ottimale del suo effetto.[4][5]

Quando assumere lo zinco?

Di norma, lo zinco può essere assunto una volta al giorno e non è vincolato a un determinato momento della giornata. Non è molto importante se si assume lo zinco al mattino o alla sera. Più che il momento della giornata, è importante che l'assunzione avvenga a una distanza sufficiente dai pasti. Assumi l’integratore di zinco 30 minuti prima dei pasti o 2 o 3 ore dopo i pasti. Il motivo è che alcuni componenti degli alimenti (fitati, tannini, fibre alimentari) e altri minerali possono influenzare l'assorbimento dello zinco.[4][5] Quando si assume zinco, è quindi più importante sapere quanto tempo è passato dall'ultimo pasto e meno importante sapere quando assumerlo.

Come assumere lo zinco?

Le capsule di zinco vanno assunte con un abbondante bicchiere d'acqua, lontano dai pasti. Sta a te decidere se assumerle prima o dopo i pasti. Se tolleri meglio lo zinco durante i pasti, fai attenzione alle interazioni con altri minerali e con alcuni componenti alimentari. Dovresti anche evitare di bere caffè e tè nero o verde con l'integratore di zinco, poiché i tannini in essi contenuti possono interferire con l'assorbimento dello zinco.[4][5] Il modo esatto in cui assumi l'integratore di zinco dipende anche dalla forma di dosaggio scelta. È necessario seguire le raccomandazioni del produttore.

Quanto zinco assumere al giorno?

Secondo la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), l'apporto raccomandato per le donne dai 19 anni è di 9 mg di zinco al giorno. Per gli uomini, è di 12 mg di zinco al giorno. Il fabbisogno è leggermente superiore durante la gravidanza e l'allattamento. I bambini e gli adolescenti hanno bisogno da 5 a 12 mg di zinco al giorno, a seconda dell'età e del sesso.[6]

Il fabbisogno giornaliero di zinco varia quindi in base all'età e al sesso, e per gli adulti anche in base all'assunzione di fitati. Maggiore è l'apporto di fitati, maggiore è il fabbisogno di zinco. Il fitato è una sostanza presente soprattutto negli alimenti vegetali, come i cereali integrali e i legumi. Legano lo zinco, rendendolo meno disponibile per l'organismo. La quantità di zinco da assumere giornalmente attraverso gli alimenti dipende quindi anche dal livello di assunzione di fitati.[7]

Esistono anche raccomandazioni per gli integratori di zinco in termini di dosaggio. Le capsule di zinco di alta qualità non devono essere né sottodosate né sovradosate. Il Ministero della Salute raccomanda che gli integratori alimentari con zinco non contengano più di 15 mg di zinco per dose giornaliera.[8] Tuttavia, non esiste una quantità massima di zinco negli integratori alimentari definita per legge a livello nazionale ed europeo. Pertanto, gli integratori di zinco possono anche avere un dosaggio più elevato.[8] Tuttavia, non si dovrebbe superare il limite massimo raccomandato per l'assunzione giornaliera totale di zinco, pari a 22-25 mg.[8][9] Poiché si copre circa il 100% del fabbisogno con un'assunzione di 10 mg di zinco al giorno, tali dosaggi sono del tutto sufficienti per gli integratori alimentari.

A cosa serve lo zinco?

L'oligoelemento essenziale zinco è noto per contribuire, tra l'altro, al normale funzionamento del sistema immunitario e al mantenimento di pelle, capelli e unghie normali. L'elenco che segue mostra la varietà degli effetti dello zinco nell'organismo umano.

A cosa serve e quali sono i benefici lo zinco?

Lo zinco contribuisce …

  • alla normale funzione del sistema immunitario
  • al mantenimento di ossa normali
  • alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo
  • al mantenimento di pelle, capelli e unghie normali
  • al normale metabolismo acido-base
  • al mantenimento di una visione normale
  • la normale funzione cognitiva
  • alla normale sintesi proteica
  • a mantenere normali i livelli di testosterone nel sangue
  • alla normale fertilità e riproduzione

Cos'altro c'è da sapere:

Di seguito vengono illustrati ulteriori criteri di qualità e gli altri aspetti da tenere in considerazione per l'acquisto delle capsule di zinco.

Perché la combinazione con la vitamina C è molto diffusa?

I micronutrienti vitamina C e zinco contribuiscono entrambi alla normale funzione del sistema immunitario. Per questo motivo, è molto diffusa l'abitudine di assumere zinco e vitamina C insieme o di combinare i due nutrienti in un unico integratore. Inoltre, la forma in cui la vitamina C viene assorbita è fondamentale. PureWay-C® è un complesso unico di vitamina C che contiene anche metaboliti lipidici e bioflavonoidi di agrumi. Questi proteggono la vitamina C e ne migliorano l'assorbimento.[10]

Sei alla ricerca di un integratore di vitamina C adatto? Nessun problema: nel nostro confronto sulla migliore vitamina C ti diciamo cosa è importante in un buon prodotto a base di vitamina C.

A proposito: anche la combinazione di biotina e zinco in compresse o capsule corrispondenti è molto diffusa perché entrambi i micronutrienti contribuiscono al mantenimento di pelle e capelli normali. Tuttavia, la combinazione con la biotina non era rilevante per il nostro confronto di prodotti.

Capsule di zinco

Compresse, pastiglie o capsule: ci sono differenze?

Fondamentalmente, ogni forma di somministrazione presenta vantaggi e svantaggi. Non si può dire che le capsule di zinco siano migliori delle compresse di zinco o viceversa. Quindi, scegli la forma che meglio si adatta alle tue esigenze.

  • Le capsule di zinco sono solitamente facili da deglutire e sono prive di additivi inutili, il che significa che le capsule possono avere un prezzo più alto.
  • Le compresse di zinco sono solitamente più economiche rispetto alle altre forme. Tuttavia, a causa del processo di produzione, contengono molti additivi che riducono la purezza del prodotto.
  • Le compresse e le pastiglie effervescenti di zinco sono particolarmente indicate per le persone che hanno problemi di deglutizione. Per migliorare il gusto, spesso contengono edulcoranti, aromi e coloranti.
  • Lo zinco liquido è facile da assumere e da dosare. Si presenta sotto forma di gocce di zinco, fiale di zinco o soluzione di zinco. Poiché queste forme di somministrazione sono utilizzate meno, è possibile acquistare lo zinco in forma liquida soprattutto online. Raramente lo si trova in farmacia.

Gli integratori di zinco sono anche disponibili come pastiglie di zinco, polvere di zinco e granulato di zinco

Per noi è importante che con l'integratore scelto si assumano solo i nutrienti di cui il corpo ha bisogno, per questo consigliamo le capsule di zinco. Contengono il minor numero di additivi e sono facili da assumere. Naturalmente, è possibile scegliere anche una delle altre forme di dosaggio.

Conclusioni sugli integratori di zinco

In linea di principio, l'assunzione regolare di un integratore di zinco non sostituisce una dieta sana ed equilibrata. La scelta di un'integrazione di zinco dipende dal fabbisogno giornaliero individuale di zinco. Dovresti anche verificare se state assumendo una quantità sufficiente di zinco dagli alimenti che lo contengono.

Infine, abbiamo riassunto i consigli più importanti:

  • Le migliori compresse o capsule di zinco contengono un principio attivo altamente biodisponibile e il minor numero possibile di additivi.
  • La combinazione di zinco e istidina in un unico preparato assicura un assorbimento ottimale.
  • L'assunzione di zinco è indipendente dall'ora del giorno e dovrebbe essere presa con una certa distanza dai pasti.

Riferimenti e annotazioni:

marzo 02, 2023
nu3 Nutrition Experts