Aggiungi 49,00 € per ottenere la spedizione gratuita
0,00 € Totale parziale
Al carrello

I crampi muscolari sono uno dei sintomi più noti della carenza di magnesio

Carenza di magnesio

Segni di carenza di magnesio e possibili sintomi

In breve:

    ❖ Una dieta squilibrata e sbilanciata, un aumento del fabbisogno di magnesio in particolari situazioni di vita o un metabolismo del magnesio disturbato possono portare a una carenza di magnesio.

 

    ❖ Crampi notturni al polpaccio, contrazioni oculari, mal di testa e aritmia cardiaca sono solo alcuni dei tanti possibili sintomi che possono verificarsi con una carenza di magnesio.

 

    ❖ La diagnosi di ipomagnesiemia si basa principalmente sui sintomi ed è supportata dai risultati di adeguate analisi del sangue e dello stress.

 

    ❖ Una dieta ricca di magnesio e preparati a base di magnesio di alta qualità forniscono all'organismo una quantità sufficiente e sono adatti a prevenire una possibile carenza.

Se vuoi sapere come riconoscere una carenza di magnesio, quali sono i sintomi tipici e quali possibilità ci sono per determinare una carenza di magnesio, allora sei nel posto giusto! Ti diremo anche come rimediare a una carenza di magnesio attraverso una dieta equilibrata.

Una carenza di magnesio, chiamata anche ipomagnesiemia negli ambienti professionali, viene generalmente definita in questo contesto come una diminuzione del contenuto totale di magnesio nel sangue. Questo avviene quando c'è una concentrazione insufficiente di magnesio nel sangue o nel plasma, ovvero il livello di magnesio scende al di sotto di 0,8 mmol per litro. Inoltre, in presenza di una carenza di magnesio, si riduce significativamente il livello di eliminazione del magnesio, per cui un calo dell'escrezione attraverso i reni al di sotto di 4 mmol al giorno è un'ulteriore indicazione di una carenza.  

Con una frequenza documentata del 10-20%, l'ipomagnesiemia si verifica relativamente spesso. Secondo altre dichiarazioni, una carenza di magnesio è considerata rara in Europa centrale. Poiché gran parte del magnesio è legato o presente intracellulare nel corpo umano, l'ipomagnesiemia è spesso difficile da rilevare attraverso gli esami del sangue. In ogni caso, la diagnosi di ipomagnesiemia dovrebbe essere fatta da un medico e bisogna ricevere un trattamento appropriato.

Una carenza di magnesio può essere causata da fattori quali un'assunzione insufficiente di cibo, un aumento del fabbisogno giornaliero di magnesio, un ridotto assorbimento nell'intestino o un'eccessiva escrezione attraverso i reni e la pelle. Inoltre, un elevato contenuto di grassi e proteine negli alimenti ha un effetto sfavorevole sull'assorbimento del magnesio. Gli acidi grassi liberi, contenuti ad esempio in grassi e oli industriali inferiori, formano sali scarsamente solubili con il magnesio. Questi vengono espulsi con le feci e il magnesio assorbito si perde nel corpo.

Inoltre, le cause di una carenza di magnesio di solito portano a sintomi visibili solo dopo alcuni anni. Nella prossima sezione ti diremo come riconoscere una carenza di magnesio e quali possono essere le conseguenze.

Panoramica delle possibili cause e dei fattori di rischio:

  • forme di alimentazione unilaterale (diete)
  • troppo poco magnesio attraverso l'alimentazione
  • maggiori esigenze dovute allo sforzo, allo stress, allo sport, alla gravidanza e all'allattamento al seno
  • nutrizione ricca di grassi e proteine
  • ridotto assorbimento di magnesio nell'intestino
  • malattie del tratto gastrointestinale (disturbi di assorbimento)
  • aumento dell'escrezione renale di magnesio nelle urine
  • malattie renali croniche (aumento delle perdite di magnesio)
  • vomito cronico o diarrea cronica
  • consumo cronico di alcolici
  • interazione con altri nutrienti e farmaci

Quali sono i sintomi di una carenza di magnesio?

L'apporto di magnesio sufficiente per il nostro corpo è essenziale e avviene principalmente attraverso l'alimentazione. In caso di carenza, una quantità limitata di magnesio può essere rilasciata dai depositi dell'organismo e resa disponibile. Tuttavia, a seguito delle numerose funzioni del magnesio nell'organismo umano, una carenza a lungo termine di questo prezioso minerale provoca di solito diversi sintomi, che possono verificarsi sia individualmente che in combinazione.

Tra i sintomi non specifici della carenza di magnesio ci sono:

  • Cambiamenti nervosi (ad esempio mal di testa, vertigini, sonnolenza, nervosismo)
  • Tensione muscolare (ad esempio crampi muscolari alle spalle e alla schiena, crampi ai polpacci)
  • Disturbi cardiovascolari (ad esempio aritmia cardiaca, disturbi circolatori)
  • Disturbi funzionali degli organi interni (ad esempio nausea, vomito, diarrea, crampi gastrointestinali)

I crampi muscolari possono essere i primi segni di una carenza di magnesio

Di seguito vedremo più da vicino i sintomi tipici di una carenza di magnesio. Prima di tutto, va detto che tutti i sintomi di carenza qui elencati non sono chiaramente o esclusivamente attribuibili all'ipomagnesiemia. In ogni caso, dovreste discutere le cause e i sintomi con un medico.

Crampi muscolari e tensioni

Se ti sei svegliato per un crampo notturno al polpaccio, sai sicuramente quanto possa essere spiacevolmente doloroso. Dal momento che il magnesio contribuisce alla normale funzione muscolare, non sorprende che i crampi muscolari siano una delle più comuni carenze di magnesio. La tensione muscolare innescata o aumentata da una carenza di magnesio può spesso verificarsi nella zona della spalla e del collo.

Spasmi oculari e spasmi muscolari incontrollati

Gli spasmi muscolari non si verificano solo nei polpacci e nelle cosce, anche la palpebra o altre aree muscolari del viso o del corpo possono essere influenzate da spasmi incontrollati. Dietro uno spasmo nervoso degli occhi (contrazioni delle palpebre) possono esserci varie cause come lo stress, l'affaticamento degli occhi o una carenza di nutrienti importanti come il magnesio o il calcio.

Sudorazione e traspirazione cutanea

Anche un'eccessiva sudorazione o improvvise traspirazione cutanee possono avere diverse cause, come l'esercizio fisico, le alte temperature o una carenza di magnesio. Inoltre, la sudorazione come sintomo della carenza di magnesio, può anche portare allo sviluppo di ipomagnesiemia, poiché il corpo perde più minerali attraverso la pelle a causa della costante sudorazione.

Mal di testa e vertigini

Alcune persone soffrono di mal di testa regolari che possono seriamente interferire con la vita quotidiana. La mancanza di magnesio potrebbe anche essere il fattore scatenante per i pazienti con emicrania. Poiché il magnesio contribuisce alla normale funzione del sistema nervoso, l'apporto di magnesio può bilanciare l'eccitabilità dei nervi; dall'altro canto, il contributo del magnesio alla normale funzione muscolare permette di ridurre la tensione dolorosa, che può anche portare a mal di testa, grazie ad un buon apporto di magnesio. Ulteriori sintomi di carenza di magnesio possono essere una sensazione di vertigini o di stordimento.

Dolore alle gambe e intorpidimento

Se il sistema nervoso è affetto da carenza di magnesio, possono verificarsi contrazioni, formicolii e persino intorpidimento di braccia, mani, gambe e piedi. Tuttavia, una sensazione di formicolio alle gambe o alle braccia può avere molte cause.

Altri sintomi di carenza di magnesio

Anche se sintomi come stanchezza, depressione, disturbi del sonno, nausea, mancanza di respiro, pelle secca, unghie fragili, tremori, mani e piedi intorpiditi o freddi non sono chiaramente o esclusivamente attribuibili ad una carenza di magnesio, possono comunque rappresentare possibili sintomi.

Sintomi di carenza di magnesio in una donna

In alcune circostanze della vita, il gabbisogno del magnesio di una donna è maggiore. Questo non riguarda solo le donne in gravidanza e in allattamento, ma anche per le donne in menopausa è altrettanto importante un apporto ottimale di magnesio dovuto ai cambiamenti ormonali. Inoltre, i risultati del National Consumption Study II mostrano che una media del 29 % della popolazione femminile e soprattutto il 56 % delle donne di età compresa tra i 14 e i 18 anni non raggiunge le raccomandazioni di assunzione della Società tedesca di nutrizione (DGE). I sintomi specifici della carenza di magnesio nelle donne possono manifestarsi, ad esempio, in crampi addominali o mal di schiena durante le mestruazioni, così come l'emicrania mestruale.

Durante la gravidanza i crampi muscolari possono essere i primi segni di una carenza di magnesio

L'aumento del fabbisogno di magnesio durante la gravidanza è dovuto alla maggiore necessità di magnesio per la crescita del nascituro e del tessuto materno, nonché all'aumento dell'escrezione renale di magnesio nelle urine. I primi segni di una carenza di magnesio in gravidanza possono essere nausea mattutina, leggeri crampi ai muscoli uterini, aritmia cardiaca, tensione muscolare e crampi ai polpacci. Già nella seconda settimana di gravidanza, i sintomi tipici della carenza come i crampi notturni al polpaccio possono verificarsi a causa dell'ipereccitabilità muscolare.

Dopo il parto, il neonato riceve tutte le sostanze nutritive necessarie attraverso l'allattamento al seno con il latte materno. Allo stesso tempo, le scorte di magnesio della madre sono esaurite. È quindi molto importante garantire un sano apporto di magnesio sia durante la gravidanza che durante l'allattamento.

Carenza di magnesio attraverso lo sport

Un sufficiente apporto di magnesio non è importante solo per gli atleti agonisti. Anche gli sportivi principianti hanno bisogno di più magnesio, poiché a seconda della durata e dell'intensità dell'esercizio fisico, viene consumato ed eliminato più magnesio attraverso le urine e dal sudore. Un livello troppo basso di magnesio nel sangue riduce quindi l'apporto del magnesio alla normale funzione muscolare e porta ad un aumento del rischio di crampi muscolari. Per gli atleti, i crampi muscolari sono uno dei sintomi più noti e più comuni della carenza di magnesio. Un esaurimento delle riserve di magnesio, che può provocare crampi muscolari, si osserva soprattutto quando si consuma troppo poco magnesio a causa di una composizione dietetica sfavorevole, come nel caso di un'adesione a lungo termine ad una dieta ad alto contenuto di proteine per la costruzione del muscolo o la riduzione del peso. Gli sport orientati alla forza sono spesso focalizzati su un elevato apporto di proteine e meno sul contenuto di micronutrienti. Inoltre, crampi acuti o indurimento dei muscoli delle estremità sotto sforzo fisico intenso possono essere il risultato di una distribuzione elettrolitica disturbata. Tuttavia, non tutti i crampi ai polpacci o ai muscoli sono causati da un deficit di magnesio. Le cause dei crampi muscolari sono molteplici e dovrebbero essere chiarite da un medico.

Fai qualche sport? Allora bisogna sempre assicurarsi che il proprio corpo sia sufficientemente nutrito con le sostanze nutritive necessarie. Di norma, gli atleti possono coprire il loro fabbisogno giornaliero di magnesio con una dieta equilibrata e varia. Un aumento dell'apporto di magnesio potrebbe essere utile se si intensifica l'allenamento o se ci si prepara per una gara competitiva.

Prodotti nu3 con magnesio

Come si può determinare una carenza di magnesio?

A causa della mancanza di parametri clinico-chimici facili da determinare e significativi, la diagnosi di ipomagnesiemia si basa principalmente sulla storia e sui sintomi clinici.

La registrazione generale dello stato del magnesio viene effettuata determinando il livello di magnesio nel sangue. Il livello sierico di un adulto sano varia entro limiti relativamente ristretti tra 0,8 e 1,1 mmol per litro. Poiché una carenza di magnesio diventa evidente solo dall'emocromo o dai valori del sangue quando le riserve di magnesio nelle ossa sono state in gran parte esaurite, le misurazioni del sangue di routine non sono adatte per determinare lo stato di approvvigionamento. Per la determinazione medica di una carenza di magnesio, l'esame del sangue è quindi solo il primo metodo, seguito da test più precisi per una diagnosi chiara. Un risultato molto più significativo si ottiene con la diagnostica del sangue intero, che include il contenuto di magnesio degli eritrociti.

Prove più precise e complesse sono le cosiddette prove di carico. In questi esami, il magnesio viene somministrato per via endovenosa e poi viene testato quanto magnesio viene espulso nelle urine entro 24 ore. Se il corpo espelle meno magnesio di quello che ha assorbito, ciò indica che il corpo ha riserve vuote che devono essere riempiti. Il test da sforzo viene quindi utilizzato per escludere il sospetto di ipomagnesiemia in persone con valori ematici normali.

Colmare la carenza di magnesio attraverso la dieta

Non è affatto difficile rimediare a una carenza di magnesio. Se il tuo livello di magnesio nel sangue è troppo basso, puoi prima di tutto migliorare le tue abitudini alimentari e includere più alimenti con un alto contenuto di magnesio nella tua dieta quotidiana. Esempi di alimenti ricchi di magnesio sono i cereali (prodotti integrali), noci e semi oleosi, cacao, avena, legumi e verdure verdi. Se vuoi assumere il prezioso minerale in aggiunta attraverso i preparati di magnesio, è sufficiente un dosaggio (di mantenimento) da 200 a 400 milligrammi al giorno. In generale, un apporto regolare di magnesio sufficiente attraverso il cibo ed è molto più efficace per un apporto sostenibile del minerale rispetto a un apporto una tantum di magnesio.

I seguenti suggerimenti dovrebbero aiutarti a rimediare a una carenza di magnesio con la dieta giusta:

  1. Scegliere i prodotti integrali invece dei prodotti di farina bianca - perché la farina integrale fornisce circa 10 volte più magnesio del pane bianco!
  2. Mangiare più spesso un pasto a base di legumi!
  3. Fare uno spuntino con una piccola manciata di noccioline!
  4. Acque minerali con un contenuto di circa 100 milligrammi di magnesio per litro!
  5. Se necessario e dopo aver consultato un medico, prendere un ulteriore preparato di magnesio adatto!

Chi sta scrivendo?

 

Leona Grenzow ha studiato Scienze della Nutrizione e ha scoperto presto il suo interesse per un’alimentazione salutare e le scienze alimentari. Già in giovane età ispezionava molto attentamente la lista degli ingredienti quando faceva spesa con i suoi genitori. Oggi scrive per nu3 di alimentazione e di salute, per aiutare altre persone a raggiungere una dieta sana ed equilibrata.

Leona Grenzow