Servizio & FAQ Spedizione gratuita a partire da 49,00 € Assicurati il 15% di sconto
Aggiungi 49,00 € per ottenere la spedizione gratuita
0,00 € Totale parziale
Al carrello

Adattogeni

Adattogeni

Il meraviglioso potere delle piante adattogene

Contenuto

    ...content shows up after page is published.

Qual è il segreto che rende alcune piante più resistenti e adattabili alle condizioni ambientali difficili? E noi umani possiamo trarne beneficio? La scienza chiama le sostanze miracolose in queste piante adattogeni. E quando si tratta di benessere e di equilibrio, sono anche molto a nostro favore. Celebrità americane come Gwyneth Paltrow hanno creduto a lungo su queste piante.

Ma cosa si nasconde esattamente dietro ashwagandha, reishi e chaga? E come funzionano queste piante e funghi dal suono esotico? Nella nostra guida rispondiamo a queste domande. Inoltre, ti diamo consigli su come integrare al meglio gli adattogeni nella tua vita quotidiana e su ciò a cui dovresti prestare attenzione al momento dell'acquisto.

Gli adattogeni sono sostanze biologicamente attive che si trovano in alcune piante e funghi e li rendono adattabili. Il termine "adattogeno" è stato introdotto originariamente nel 1947 dal medico N. V. Lazarev - per designare una sostanza che ha un'influenza regolatrice sull'organismo in stati di stress. Il termine deriva dalla parola "adaptare" e significa "adattarsi".

Con le piante adattogene, la natura detiene un gruppo speciale all'interno delle piante medicinali. Anche se attualmente stanno vivendo un vero e proprio boom di benessere, queste piante esistono da molto tempo: gli adattogeni sono stati utilizzati nell'Ayurveda e nella Medicina Tradizionale Cinese (MTC) per migliaia di anni grazie ai loro diversi effetti. I più noti sono la rodiola rosa e il ginseng, seguiti dall' ashwagandha, il reishi e il chaga. Te li presenteremo nel prossimo paragrafo.

Da ashwagandha a chaga, ginseng, reishi fino a rhodiola - con l'enorme numero di adattogeni e l'enorme quantità di informazioni su di essi, la domanda sorge subito: quale adattogeno è quello giusto per me? La scelta dipende interamente da ciò che si vuole consumare e da ciò che si vuole ottenere. Per aiutarti a scegliere l'adattogeno adatto a te, abbiamo creato una lista di adattogeni. Vieni a fare un viaggio nel regno di queste sostanze vegetali intelligenti e affascinanti!

Ashwagandha

Ashwagandha

Che cos'è l'ashwagandha?

Ashwagandha (Withania somnifera) è spesso chiamata bacca dormiente, ciliegia invernale o re delle erbe ayurvediche. Il nome deriva dal Sanscrito e significa "odore di cavallo", il che è probabilmente dovuto a due motivi: 1. La radice odora di cavallo 2. Si dice che dia forza e vitalità pari a quella di un cavallo.

Nella MTC, la pianta di erbe ha un significato simile al ginseng e viene utilizzata soprattutto per la riduzione dello stress e il rilassamento.

Quali sono gli effetti dell'ashwagandha?

Diversi studi suggeriscono che l'ashwagandha ha effetti ansiogeni. A tal fine, sembra abbassare il livello dell'ormone dello stress cortisolo.[1] Ciò significa che lo stress e l'ansia migliorano dopo due mesi di utilizzo.[2] L'ashwagandha può anche eventualmente alleviare l'insonnia, la stanchezza e i sintomi della depressione.[1,3] Tuttavia, questi effetti non sono ancora stati sufficientemente studiati.

Come viene assunta l'ashwagandha?

L'integratore alimentare più comunemente usato è un estratto dalle radici, disponibile in polvere e in capsule. Secondo le conoscenze attuali, 300-500 milligrammi di estratto di radice dovrebbero essere assunti ogni giorno durante i pasti.[2]

In alternativa, puoi integrare la polvere nei tuoi pasti o nelle tue bevande - ad esempio come tè ayurvedico all'ashwagandha. Basta mescolare latte caldo, un po' di pepe e polvere finemente macinata.

Chaga

Chaga

Che cos'è il chaga?

Il chaga (Inonotus obliquus) appartiene alla famiglia dei funghi. Cresce nelle foreste russe o siberiane sulla corteccia delle betulle. In queste regioni il chaga è stato utilizzato per migliaia di anni come rimedio tradizionale per i disturbi gastrointestinali. È noto anche per il suo alto contenuto di antiossidanti.

Quali sono gli effetti del chaga?

Ci sono diversi studi sul chaga. Tuttavia, questi sono stati finora effettuati solo su animali o in laboratorio, mancano studi sull'uomo. Per questo motivo, non si può dire nulla di concreto sugli effetti del chaga. Sono quindi necessari ulteriori studi.

Come viene assunta il chaga?

Il chaga è molto versatile. Il fungo è disponibile in polvere o in capsule. In alternativa, si possono mettere tre pezzi di funghi in una tazza e versarvi sopra dell'acqua bollente. Poi lasciate il tè in infusione per almeno quattro o sei ore.

Cordyceps

Cordyceps

Che cos'è il cordyceps?

Il cordyceps sinensis è un fungo tubulare che infesta i bruchi e forma i suoi corpi fruttiferi sopra di essi. Si diffonde sempre di più, tanto che il bruco muore e finisce per assomigliare a un fungo che cresce dal terreno. Probabilmente è così che è nato il nome "fungo bruco cinese". Il cordyceps si trova principalmente in Tibet, dove si sente a suo agio ad alta quota. Nella MTC il fungo viene utilizzato contro la spossatezza e la stanchezza.

Quali sono gli effetti del cordyceps?

Gli studi dimostrano che il fungo può migliorare le prestazioni di allenamento. L'assunzione per un periodo di dodici settimane ha effetti positivi sulla resistenza e sulle prestazioni atletiche.[4,5]

Come viene assunto il cordyceps?

È possibile assumere il cordyceps sia come integratore alimentare in forma di capsule che come polvere da aggiungere ad alimenti come le zuppe. In vari studi, sono stati utilizzati da 1.000 a 3.000 milligrammi di fungo al giorno - in una singola dose o distribuiti nell'arco della giornata. Tuttavia, non vi è ancora alcuna indicazione se questo sia il dosaggio ottimale.[6]

Ginseng

Ginseng

Che cos'è il ginseng?

Il ginseng (Panax ginseng) è una pianta erbacea originaria della Corea e della Cina nord-orientale ed è uno dei rimedi erboristici più conosciuti. La radice è caratterizzata dai ginsenosidi (principi attivi principali del ginseng). Viene spesso utilizzato per migliorare l'umore, le prestazioni cognitive e il sonno ristoratore.

Quali effetti ha il ginseng?

Ci sono alcuni studi che collegano l'uso del Panax ginseng all'aumento del benessere.[9] Altri studi hanno dimostrato che il ginseng migliora una serie di abilità cognitive come la concentrazione o le prestazioni durante l'intensa attività mentale.[10] Questo effetto è probabilmente dovuto alla riduzione della fatica dopo l'assunzione dell'adattogeno.

È stata osservata una diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue a digiuno nei diabetici, ma la dose standard non altera efficacemente i livelli di glucosio nel sangue nei non diabetici. Tuttavia, dosi elevate possono abbassare notevolmente i livelli di zucchero nel sangue in individui sani.[11]

Come viene assunto il ginseng?

L'estratto di ginseng è disponibile come medicinale e come integratore alimentare. Di solito ne vengono assunti da 200 a 400 milligrammi al giorno. Tuttavia, alcuni studi suggeriscono che solo 40 milligrammi potrebbero avere un effetto sul corpo.[11] In alternativa, sono adatte da una a due tazze di tè di ginseng al giorno. Poiché mancano studi a lungo termine, si consiglia di non assumere l'estratto per più di tre mesi.

Lion's mane

Lion´s Mane

Che cos'è il lion's mane?

Il lion's mane (Hericium erinaceus) è un fungo raro che cresce solo su alberi decidui in boschi vecchi, umidi e caldi. Per il suo aspetto particolare ha nomi fantasiosi: baffi di riccio, yamabushitake o criniera di leone. lion's mane è particolarmente popolare come fungo commestibile in Giappone, Corea e Cina. Tradizionalmente viene utilizzato per sostenere gli organi digestivi e il fegato.

Quali sono gli effetti del lion's mane?

Sembra che il lion's mane sia in grado di migliorare le prestazioni cognitive e di influenzare il sistema immunitario.[7] Inoltre, uno studio suggerisce che l'assunzione del lion's mane non solo allevia l'ansia, ma aumenta anche la concentrazione e migliora la qualità del sonno.[8] Tuttavia, rispetto ad altri funghi adattogeni, la scienza è agli albori in questo caso, ed è per questo che sono necessari ulteriori studi.

Come viene assunto il lion's mane?

Come gli altri funghi, anche il lion's mane è disponibile sia in capsule che in polvere. Nell'unico studio umano finora condotto, le persone sottoposte al test hanno assunto 1.000 milligrammi tre volte al giorno. Tuttavia, non si sa se questo sia il dosaggio ottimale.[7]

Reishi

Reishi

Che cos'è il reishi?

Il reishi (Ganoderma lucidum) è un simbolo di vita eterna. La cosiddetta porcellana laccata lucida è apprezzata da migliaia di anni in Cina e in Giappone. Nella MTC è considerato il fungo dell'immortalità ed è una pianta promettente per la riduzione dello stress.

Quali sono gli effetti del reishi?

Il reishi ha proprietà antiossidanti e quindi aiuta a proteggere le cellule dallo stress ossidativo. A questo scopo si dice che abbia un effetto di supporto nella terapia della sindrome metabolica (varie malattie cardiovascolari). Il reishi può anche moderare il sistema immunitario con una varietà di meccanismi: è in grado di ridurre o rafforzare l'attività del sistema immunitario.[12]

&Simile all'ashwagandha, si dice che il reishi abbia anche effetti positivi sulla fatica e sugli sbalzi d'umore: uno studio ha scoperto che l'assunzione del reishi per un periodo di otto settimane porta a un aumento del benessere e della motivazione.[13]

Come viene assunto il reishi?

Si può assumere il reishi come estratto, tintura o tè. Se decidi di prendere l'estratto di reishi: si consigliano circa cinque grammi al giorno - preferibilmente tre volte ogni 1.800 milligrammi.[12] Il reishi non è adatto come fungo commestibile a causa del suo aroma amaro, ma come polvere fine può essere facilmente integrato nei piatti.

Rodiola rosa

Rodiola rosa

Che cos'è la rodiola rosa?

La rodiola rosa (Rhodiola rosea) è uno degli adattogeni più popolari con oltre 140 principi attivi. Cresce in Scandinavia, Groenlandia e Siberia ed è quindi spesso indicata come radice artica. Nella MTC, viene attribuita principalmente con proprietà stimolanti e di miglioramento dell'umore.

Quali sono gli effetti della rodiola rosa?

La rodiola rosa ha vari effetti: da un lato sembra essere in grado di ridurre la fatica e il burnout. Numerosi studi indicano tali effetti, soprattutto nelle persone con problemi di stress e di ansia.[14] La rodiola rosa riduce il rilascio del cortisolo, l'ormone dello stress, e quindi ha un effetto positivo sulla resistenza allo stress, secondo i risultati di uno studio su animali.[15] Una minore stanchezza è probabilmente associata anche ad un miglioramento dell'umore. D'altra parte, la rodiola rosa ha un effetto positivo sui livelli di serotonina, che può anche portare a un maggiore benessere e a un migliore stato d'animo.[16]

Come viene assunta la rodiola rosa?

Gli estratti sono disponibili come prodotti farmaceutici, integratori alimentari o tè. In questo caso, si raccomanda l'uso a lungo termine per ottenere i migliori effetti possibili.[17] Gli studi hanno dimostrato che la rodiola rosa è efficace come rimedio preventivo quotidiano contro la fatica in dosi di soli 50 milligrammi. Nel contesto di un'applicazione acuta per la fatica e lo stress, 290-680 milligrammi possono ottenere un miglioramento.[18]

Scopri gli adattogeni da nu3!

Ashwagandha, reishi e chaga sono nella bevanda Fit cacao nu3. Oltre a queste sostanze vegetali, ci sono anche minerali selezionati, poco zucchero e tante proteine di alta qualità che trasformano la cioccolata calda in un'innovativa bevanda al cacao dal gusto cremoso.

Il nostro Fit caffè proteico nu3 contiene altri due grandi adattogeni: cordyceps sinensis e lion's mane. Combinato con proteine, taurina e micronutrienti, questa formula unica bilancia il corpo e la mente. Sia al mattino o prima dell'allenamento, il caffè ti darà il giusto spirito per fare del tuo meglio.

Fit caffè proteico
  • Caffè cremoso in polvere con 17,6 g di proteine

  • Quasi il doppio della caffeina rispetto al caffè normale

  • Con cordyceps e lion's mane

14,99 €
Incl. IVA / costi di spedizione esclusi
A partire da un valore d'ordine pari a 49 euro spediamo gratuitamente in tutta Italia. Fino a 49 euro calcoliamo 4,99 euro per l'imballaggio e la spedizione.X

Si dice che gli adattogeni abbiano un effetto regolatore, promuovano una resistenza non specifica e sostengano l'adattabilità del corpo. Dovrebbero aiutare a ritrovare l'equilibrio e contribuire a migliorare la qualità della vita.

Per comprendere le loro proprietà e i loro effetti, numerosi scienziati si dedicano a un'intensa attività di ricerca - con risultati entusiasmanti. Finora, alcuni effetti sono stati dimostrati, soprattutto nelle aree dello stress, della fatica e della depressione. In questo contesto, l'EMA (Agenzia europea per i medicinali) descrive anche che lo scopo generale degli adattogeni è quello di ridurre le reazioni di stress.[19]

Ma cosa succede esattamente nel corpo? Per questo dobbiamo immergerci nel mondo degli ormoni: l'asse ipotalamo-ipofisi-surrene (asse HPA o asse HTPA) è un sistema per la produzione di ormoni. Ad esempio, se si è sotto stress, l'asse HPA viene attivato e l'ormone cortisolo viene rilasciato. Gli adattogeni hanno, tra l'altro, un effetto di bilanciamento su vari meccanismi legati all'asse HPA. Non hanno quindi alcun effetto specifico, ma garantiscono piuttosto un equilibrio olistico tra il cervello e l'equilibrio ormonale.

Gli adattogeni rendono l'organismo più resistente alle reazioni di stress e stimolano i meccanismi di difesa. In parole povere, hanno un effetto calmante quando si è stressati; mentre se ci si sente letargici e svogliati, hanno un effetto stimolante. Sono l'ideale per tutti coloro che desiderano più benessere o equilibrio interiore.

Stress e Co.: ciò che la scienza può già dimostrare

In situazioni di stress si verificano numerose reazioni nell'organismo. Ad esempio, il cortisolo, l'ormone dello stress, viene prodotto in quantità maggiore. Un livello di cortisolo permanentemente alto disturba importanti processi di regolazione, indebolendo il tuo corpo e compromettendo il tuo benessere. Responsabile del rilascio di cortisolo è l'asse HPA, il cosiddetto asse dello stress del corpo, che va dal cervello all'intestino. Ed è qui che entrano in gioco gli adattogeni: essi regolano il rilascio di cortisolo così come il metabolismo energetico in modo naturale e contribuiscono a ridurre le conseguenze dello stress.[17,20] Gli adattogeni riportano così in equilibrio il sistema ormonale.

Tuttavia, gli adaptogeni non vengono utilizzati solo in caso di stress, ma anche in caso di stanchezza ed affaticamento. 

Ma gli adattogeni forniscono più energia, per esempio come ginseng e rodiola rosa? Secondo alcuni studi, la rodiola rosa sembra ridurre la fatica.[14] Inoltre, la pianta aumenta i livelli di serotonina, migliorando il benessere e l'umore.[16] Anche il ginseng sembra sostenere questi due effetti.[9]

Gli adattogeni aiutano anche la depressione e l'ansia? La rodiola rosa e l'ashwagandha sono stati studiati in questo contesto. I risultati riguardanti la rodiola rosa e il suo effetto sulla depressione e l'ansia sono piuttosto contrastanti, ma in generale parlano di miglioramento.[21] Purtroppo, attualmente mancano gli studi che ne confermino l'efficacia. Gli effetti antidepressivi sono stati dimostrati per l'ashwagandha. Tuttavia, questi sono meno efficaci rispetto agli effetti sull'ansia. L'assunzione di 500 milligrammi di estratto di radice al giorno per sei settimane potrebbe migliorare i sintomi nelle persone a cui è stato diagnosticato un disturbo d'ansia.[22]

Studi scientifici mostrano questi effetti

Adattogeno Effetti su...

Ashwagandha

Ansia, depressione, prestazioni, stanchezza, stress

Ginseng

Funzione cognitiva, benessere

Reishi

Stanchezza, benessere

Rodiola rosa

Depressione, funzione cognitiva, stanchezza, benessere

Anche se gli adattogeni non risolvono le cause dello stress, possono aiutarti ad affrontare meglio le situazioni stressanti. Inoltre, possono essere utili anche altri integratori per le prestazioni mentali e i sistema nervoso. A proposito, dai un'occhiata ai nostri consigli su come ridurre efficacemente lo stress per aumentare il tuo benessere a lungo termine.

Sostieni il tuo sistema nervoso per un maggiore benessere!

Gli adattogeni aiutano a perdere peso?

Sempre più persone si chiedono se gli adattogeni hanno un effetto positivo sul peso corporeo. In uno studio, i partecipanti in sovrappeso sono stati trattati con estratto di ashwagandha per otto settimane. Questo ha mostrato una riduzione significativa delle voglie alimentari, così come del peso corporeo e dell'IMC.[23] Invece un altro studio non ha potuto confermarlo.[24] Sta a te provarla e osservarne l'effetto.

Neanche durante l'assunzione del reishi o della rodiola rosa sono stati osservati cambiamenti significativi del peso corporeo. Quindi bisogna avere pazienza e sperare in ulteriori studi. Se non vuoi aspettare e vuoi perdere peso a lungo termine, ti consigliamo i nostri prodotti per la perdita di peso efficace.

Gli adattogeni sono adatti a tutti coloro che sono alla ricerca di equilibrio interiore, benessere mentale e più energia. Possono essere facilmente integrati nella dieta quotidiana e sono disponibili in diverse forme di dosaggio: gli adattogeni sono disponibili come estratti in capsule o compresse, ma anche in polvere per frullati o muesli, come lozione vegetale o tè. Decidi tu quale forma è la migliore e segui queste regole:

1° Passo

Integrazione degli adattogeni - 1° Passo

Trova un modo creativo per integrare un adattogeno nella tua vita quotidiana.

2° Passo

Integrazione degli adattogeni - 2° Passo

Cambia l'adattogeno ogni 6 settimane.

3° Passo

Integrazione degli adattogeni - 3° Passo

Segui le istruzioni per l'uso ed evita un dosaggio eccessivo!

A seconda dell'effetto dell'adattogeno, ci sono diverse raccomandazioni per il momento dell'assunzione:

  • Adattogeni stimolanti: devono essere presi all'inizio della giornata, preferibilmente prima delle ore 15.00. Il nostro livello di stress è di solito più alto al mattino e diminuisce di nuovo la sera. La colazione è quindi il momento ideale per assumerli. Con il Fit caffè proteico nu3 puoi iniziare la tua giornata alla perfezione.
  • Adattogeni calmanti: puoi prenderli durante il giorno ma anche prima di andare a dormire. La nostra bevanda Fit cacao nu3 è perfetta.

A proposito: se sei in una fase di stress, puoi assumere gli adattogeni tutti i giorni o anche più volte al giorno

Tuttavia, non tutti gli adattogeni sono stati ancora sufficientemente studiati in termini di periodo di utilizzo, per questo motivo si consiglia sempre di consultare il proprio medico o un terapeuta esperto in MTC. Questo vale soprattutto per le persone con problemi di salute o allergie.

Ci sono interazioni e gli adattogeni sono sicuri?

Gli adattogeni sono generalmente considerati innocui. Tuttavia, alcuni adattogeni sono noti per interagire con i farmaci da prescrizione. Inoltre, potrebbero non essere adatti a pazienti con determinate condizioni preesistenti. Anche in questo caso, parla con il tuo medico per escludere possibili rischi ed effetti collaterali indesiderati.

Ci sono molte informazioni sugli adattogeni su internet. Spesso vengono pubblicizzati risultati incerti che finora non sono stati scientificamente provati. Tuttavia, si consiglia prudenza. Il fatto che gli studi siano menzionati è una buona indicazione del fatto che gli effetti descritti sono in realtà il risultato di un'indagine scientifica. Se la fonte non viene menzionata, dovresti essere particolarmente critico nei confronti del contenuto e, in caso di dubbio, ricercare più da vicino il relativo adattogeno o chiedere al venditore. Nel negozio online nu3 troverai tutte le informazioni importanti sui nostri prodotti.

In alcuni casi vale la pena di fare le proprie esperienze con gli adattogeni. Procedi con cautela quando li assumi e consulta il tuo medico se hai domande.

Prestare attenzione anche alla qualità del prodotto degli adattogeni. Soprattutto sui mercati internazionali come Amazon, troverai prodotti di commercianti di Paesi le cui normative sono meno severe. Per questo motivo, ti raccomandiamo di prestare molta attenzione al Paese d'origine e di acquistare gli adattogeni che sono stati prodotti in Paesi con normative severe.

A proposito: nel nostro negozio online troverai una selezione di cosiddetti mono-preparati - prodotti che contengono un unico adattogeno. Poiché alcuni adattogeni si sostengono a vicenda nel loro effetto, è possibile anche una combinazione delle sostanze vegetali speciali. I prodotti corrispondenti sono disponibili anche da nu3. Pensa all'obiettivo che vuoi raggiungere prendendo l'adattogeno e quale prodotto ti supporta meglio.

Ogni giorno è un'occasione per fare qualcosa per la tua salute, la tua gratificazione e il tuo benessere. Quindi prenditi a cuore i seguenti consigli e integrali nella tua vita quotidiana.Ti possono sembrare familiari e magari banali, ma fanno miracoli se vengono seguiti regolarmente. Prenditi un po' di tempo e noterai presto gli effetti che potrai ottenere con piccoli cambiamenti.

1. Sufficiente attività fisica

L'attività fisica e lo sport offrono un perfetto equilibrio alla vita quotidiana stressante. Con piccole azioni si può già ottenere molto: prendi le scale invece dell'ascensore o vai al lavoro in bicicletta. Se non riesci a motivarti a fare più sport: è meglio trovare un compagno per l'allenamento e incontrarsi regolarmente per un workout. Oppure pianifica un corso di yoga online nel tuo programma settimanale. In questo modo si risparmia tempo del tragitto e si ottiene flessibilità.

2. Rilassamento muscolare progressivo

Prenditi mezz'ora ogni giorno - preferibilmente al mattino - solo per te. Fai diversi respiri profondi dentro e fuori. Tendi i singoli gruppi muscolari consapevolmente. Lascia che i tuoi pensieri ti passino davanti e concentrati sul tuo corpo con tutti i tuoi sensi. Segue una fase di rilassamento. Anche in questo caso, ripeti tutto un paio di volte. Questo ti aiuta a rilassarti velocemente.

3. Alimentazione sana

La salute e il benessere sono fortemente legati alla tua alimentazione. Questo non solo ha effetti positivi sulla salute fisica, ma può anche avere un'influenza positiva sulla tua psiche. Assicurati di seguire una dieta varia ogni giorno. Bevi abbastanza e combina sempre nuovi cibi tra loro. Oltre agli adattogeni, possono essere utili anche i preparati per aumentare il benessere. Scopri i prodotti per maggiore relax, concentrazione o vitalità!

4. Dormire abbastanza

Schlafmangel kann auf Dauer ungesund sein und die Stimmung trüben. Mache ausreichend Schlaf zu einer Priorität. Gehe zeitig ins Bett, damit du morgens erholt aufwachst und mit viel Energie in den Tag starten kannst.

5. Tempo per hobby, famiglia e amici

Anche con un lavoro che richiede tempo, gli hobby, la famiglia e gli amici non dovrebbero essere trascurati. Trascorri del tempo con i tuoi cari, ridi e divertiti insieme. Il tuo ambiente sociale ti darà molta vicinanza, sostegno e fiducia.

Erbe, radici e funghi - gli adattogeni sono un capolavoro della natura. Possono essere facilmente integrati nella tua dieta, possono contribuire all'equilibrio naturale del tuo corpo e possono portare a dei benefici. A causa dei loro effetti, sono quindi un'alternativa naturale ai farmaci sintetici. Sono necessarie ulteriori ricerche per far luce sugli effetti nel dettaglio e per formulare raccomandazioni specifiche. Ma non preoccuparti: la scienza sta lavorando a pieno ritmo in questo campo.

È meglio fare le proprie esperienze per scoprire quali sono gli adattogeni che ti fanno bene e ti sostengono al meglio. Inoltre, assicurati di avere una routine quotidiana, una dieta equilibrata e, in situazioni di stress, integra le tue misure antistress personali. In questo modo troverai pace interiore e armonia a lungo termine!

Chi sta scrivendo?

 

Kimberly Simon ha studiato ecotrofologia ed economia della nutrizione, sviluppando un particolare interesse per la sana alimentazione. La sua passione è provare le diverse cucine del mondo e scoprire cose nuove. Da nu3 scrive di nutrizione e condivide il suo entusiasmo per i nuovi prodotti e le tendenze.

Fonti:

  • [1] Chandrasekhar, K. et al. (2012): A Prospective, Randomized Double-Blind, Placebo-Controlled Study of Safety and Efficacy of a High-Concentration Full-Spectrum Extract of Ashwagandha Root in Reducing Stress and Anxiety in Adults. In: Indian Journal of Psychological Medicine, 34 (3), pag. 255-262. 
  • [2] Cfr. examine.com (2020): "Ashwagandha", consultato il 21.09.2020.
  • [3] Cooley, K. et al. (2009): Naturopathic Care for Anxiety: A Randomized Controlled Trial ISRCTN78958974. In: PLoS One, 4 (8), pag. e6628.
  • [4] Chen, S. (2010): Effect of Cs-4 (Cordyceps sinensis) on exercise performance in healthy older subjects: a double-blind, placebo-controlled trial. In: Journal of Alternative and Complementary Medicine, 16 (5), pag. 585-590.
  • [5] Hirsch, K.R. et al. (2017): Cordyceps militaris Improves Tolerance to High-Intensity Exercise After Acute and Chronic Supplementation. In: Journal of Dietary Supplements, 14 (1), pag. 42-53.
  • [6] Cfr. examine.com (2020): "Cordyceps", consultato il 21.09.2020.
  • [7] Cfr. examine.com (2020): "Lion´s Mane", consultato il 21.09.2020. 
  • [8] Nagano, M. et al. (2010): Reduction of depression and anxiety by 4 weeks Hericium erinaceus intake. In: BioMed Research International, 31 (4), pag. 231-237.
  • [9] Ellis, J.M. et al. (2002): Effects of Panax ginseng on quality of life. In: The Annals of Pharmacotherapy, 36 (3), pag. 375-379.
  • [10] Reay, J.L. et al. (2005): Single doses of Panax ginseng (G115) reduce blood glucose levels and improve cognitive performance during sustained mental activity. In: Journal of Psychopharmacology, 19 (4), pag. 357-365.
  • [11] Cfr. examine.com (2020): "Ginseng", consultato il 21.09.2020.
  • [12] Cfr. examine.com (2020): "Reishi", consultato il 21.09.2020.
  • [13] Tang, W. et al. (2005): A randomized, double-blind and placebo-controlled study of a Ganoderma lucidum polysaccharide extract in neurasthenia. In: Journal of Medicinal Food, 8 (1), pag. 53-58.
  • [14] Darbinyan, V. et al. (2000): Rhodiola rosea in stress induced fatigue--a double blind cross-over study of a standardized extract SHR-5 with a repeated low-dose regimen on the mental performance of healthy physicians during night duty. In: International Journal of Phytotherapy and Phytopharmacology, 7 (5), p. 365-371.
  • [15] Panossian, A. et al. (2007): The Adaptogens Rhodiola and Schizandra Modify the Response to Immobilization Stress in Rabbits by Suppressing the Increase of Phosphorylated Stress-activated Protein Kinase, Nitric Oxide and Cortisol. In: Drug Target Insights, 2, pag. 39-54.
  • [16] Darbinyan, V. et al. (2007): Clinical trial of Rhodiola rosea L. extract SHR-5 in the treatment of mild to moderate depression. In: Nordic Journal of Psychiatry, 61 (5), pag. 343-348.
  • [17] Edwards, D. et al. (2012): Therapeutic effects and safety of Rhodiola rosea extract WS® 1375 in subjects with life-stress symptoms--results of an open-label study. In: Phytotherapy Research, 26 (8), pag. 1220-1225.
  • [18] Cfr. examine.com (2020): "Rhodiola rosea", consultato il 21.09.2020.
  • [19] European Medicines Agency: Evaluation of Medicines for Human Use, Reflection Paper On The Adaptogenic Concept. London 8. Mai 2008 (Doc. Ref. MEA/HMPC/102655/2007).
  • [20] Panossian, A. et al. (2018): Novel molecular mechanisms for the adaptogenic effects of herbal extracts on isolated brain cells using systems biology. In: International Journal of Phytotherapy and Phytopharmacology, 50, pag. 257-284.
  • [21] Cfr. examine.com (2020): "Studies related to Depression and Rhodiola Rosea", consultato il 21.09.2020.
  • [22] Andrade, C. et al. (2000): A double-blind, placebo-controlled evaluation of the anxiolytic efficacy ff an ethanolic extract of withania somnifera. In: Indian Journal of Psychiatry, 42 (3), pag. 295-301.
  • [23] Choudhary, D. et al. (2017): Body Weight Management in Adults Under Chronic Stress Through Treatment With Ashwagandha Root Extract: A Double-Blind, Randomized, Placebo-Controlled Trial. In: The Journal of Evidence-Based Integrative Medicine, 22 (1), pag. 96-106.
  • [24] Roy Chengappa, K.N. et al. (2018): Adjunctive Use of a Standardized Extract of Withania somnifera (Ashwagandha) to Treat Symptom Exacerbation in Schizophrenia: A Randomized, Double-Blind, Placebo-Controlled Study. In: The Journal of Clinical Psychiatry, 79 (5), pag. 17m11826.
Kimberly Simon

Il tuo browser web non è più supportato in modo ottimale. Aggiorna il tuo browser per una maggiore sicurezza, velocità e per una migliore navigazione nel nostro negozio.

Aggiorna il browser