Servizio & FAQ Search IconSpedizione gratuita a partire da 49,00 € Search IconAssicurati il 15% di sconto
%
SEI NUOVO?

Ottieni il 20% di sconto* su tutti i prodotti con il codice: HAPPY22IT

Bagno di ghiaccio biohacking

Biohacking

Dovresti conoscere questi hack

 

Non hai niente a che fare con il biohacking? Ne sei sicuro? Hai un orologio fitness che monitora la tua attività o il sonno? Corri o fai yoga per alleviare lo stress? Ti nutri magari in un modo particolare perché hai scoperto che ti fa sentire meglio? Allora applichi già i principi del biohacking e del body hacking: attività e hack che influenzano positivamente la vita quotidiana e il benessere.

Come si è scoperto, oltre ai soliti consigli sulla salute, ci sono molti altri modi per ottimizzare le prestazioni. Impara dai biohacker come rendere la tua vita quotidiana ancora più consapevole. Ti presentiamo i migliori metodi e trucchi, facendoti risparmiare gli hack che non funzionano.

Il termine e la scena del biohacking si sono diffusi negli ultimi anni dagli Stati Uniti all’Europa. La parola che proviene dall’unione di "bio" (che significa: vita) e "hacking" (che significa: decodifica e controllo) dà già degli indizi su cosa si tratti: i biohacker hanno l’obiettivo di conoscere al meglio il proprio corpo e vogliono assumersi la responsabilità della propria salute e del proprio benessere. L'autoefficacia è al centro dell'attenzione, per una vita lunga e sana, un rendimento massimo e il raggiungimento della felicità. Questo inizialmente può sembrare ancora più pressante per prestazioni e stress, ma a ben guardare si tratta esattamente del contrario. Se dai al corpo ciò di cui ha bisogno e per cui è stato fatto, sarai ricompensato con energia e resilienza. I metodi e gli hack sono vari. Possono e dovrebbero essere stabiliti in modo flessibile e individuale. Gadget tecnici sono particolarmente popolari come strumenti d’aiuto, ma in fondo si tratta di vivere in armonia con la natura. Questo vuol dire in parte tornare ad uno stile di vita naturale e originario e creare una consapevolezza per il proprio corpo.

Dave Asprey - il padre del concetto moderno

Pioniere del mondo del biohacking è lo statunitense Dave Asprey, che si è posto l’obiettivo di raggiungere i 180 anni. Da oltre 20 anni sta cercando di mantenere il controllo dei processi del corpo utilizzando varie tecniche e azioni. Asprey paragona l'invecchiamento alla morte per mille punture di spillo, che lui vuole riparare o prevenire in primo luogo con l'aiuto di biohack. Nei suoi libri, l'inventore del bulletproof coffee e della bulletproof diet parla delle sue esperienze e delle sue routine. Ricorre anche a fitness tracker, occhiali con filtro per la luce blu e trattamenti costosi come l'ozonoterapia. Inoltre la sua vita quotidiana è costellata da numerosi integratori alimentari, meditazione e docce fredde.

Anche se non hai l’obiettivo di raggiungere i 180 anni, sarebbe comunque bello mantenere una buona salute anche in età avanzata e soprattutto essere felice. I metodi del biohacking ti possono aiutare in questo. Usati regolarmente e correttamente, gli hack possono:

  • Dare più energia, contribuire alla produttività e concentrazione
  • Migliorare le prestazioni, nell’allenamento e nella vita di tutti i giorni
  • Rafforzare la capacità di recupero
  • Ridurre lo stress e favorire un buon sonno
  • Aumentare la consapevolezza di sé
  • Aiutarti nel raggiungere obietti privati e professionali

Non devi stravolgere tutta la tua vita subito. La cosa migliore da fare è provare gradualmente diverse misure e cercare di integrarle passo dopo passo nella vostra vita quotidiana. Scopri cosa ti piace e cosa ti fa bene. A volte ci vuole un po' di tempo prima di vedere o sentire i risultati. Per questo dovresti usare gli hack almeno per quattro settimane.

La dieta influenza il sonno, il sonno influenza il rendimento, il rendimento influenza la produttività e così all’infinito. Il biohacking è un pensiero olistico. Gli strumenti dei biohacker possono essere approssimativamente così classificati:

Biohacking - Digiuno intermittente

L'alimentazione gioca un ruolo importante quando si tratta di salute e rendimento. Forse più di quanto ne siamo consapevoli. Anche in questo caso, la dieta dovrebbe adattarsi alle proprie esigenze ed essere personalizzata (per esempio in caso di intolleranze). Tuttavia, la maggior parte dei biohacker concorda sul fatto che una dieta ottimizzata:

  • si basi su alimenti regionali, stagionali e di alta qualità
  • includa fasi regolari di digiuno (digiuno a intervalli)
  • abbia come mira la salute dell’intestino

I biohacker vogliono essere sicuri di avere tutti i nutrienti necessari in modo ottimale. La maggior parte segue una dieta paleo o low carb, ad esempio chetogenica. Il corpo impara a recuperare l’energia dai grassi nel lungo termine. A differenza delle proteine e dei grassi o di alcuni acidi grassi, i carboidrati non sono nutrienti essenziali.

I cibi non lavorati sono poi alla base del piano alimentare. Soprattutto:

  • molta verdura fresca
  • frutta a guscio e semi
  • prodotti animali allevati al pascolo
  • pesce ricco di grassi

Nel consumare prodotti animali come carne, uova o latticini, i biohacker fanno attenzione alla qualità e all’allevamento al pascolo. L’allevamento tradizionale offre, nelle migliori condizioni, agli animali molto spazio, un’alimentazione adeguata ed esercizio all’aria fresca. Tutto questo rende l’alimento di qualità superiore e serve allo stesso tempo a contribuire al benessere degli animali.

Ma anche quando si tratta di integratori e prodotti proteici (ad esempio per la costruzione muscolare), i biohacker guardano molto attentamente l'etichetta. La purezza e l'origine più naturale possibile senza additivi sono le priorità assolute.

Lo conosci già?

nu3 grass-fed whey

Proteine whey per la crescita muscolare

Proteine del siero di latte da pascolo europeo

Senza sucralosio: dolcificato con eritritolo e stevia

Poco zucchero: per diete low carb e cheto

Dave Asprey o altri famosi biohacker come Tim Ferris o Max Gotzlar giurano sull'importanza di un'assunzione supplementare di integratori alimentari. Ci sono diverse ragioni. Sostengono ad esempio che i nostri bisogni siano più alti rispetto al contenuto di nutrienti presenti negli alimenti e che la biodisponibilità sia più bassa di quanto assunto. Minerali come magnesio, zinco, vitamina D, omega 3, adattogeni, cordyceps e ashwagandha sono particolarmente popolari tra i biohacker.

No-Go-Hack: volere sostituire una dieta sana con integratori alimentari.

Il movimento in qualsiasi forma è la parte essenziale della giornata di un biohacker:

  • regolare allenamento con i pesi per il rafforzamento della muscolatura
  • allenamento di resistenza per il sistema cardiovascolare
  • mobilità e stretching per maggiore flessibilità

ancora:

  • sufficiente pause per fare un po’ di movimento durante il lavoro (o standing desk)
  • passeggiate (o movimento all'aria aperta).

L’allenamento intervallato ad alta intensità HIIT o il crossfit combinano allenamento di forza e di resistenza. L’allenamento è considerato particolarmente efficace quando si ottiene molto in poco tempo. È troppo per te all'inizio? Nessun problema, anche tutti i movimenti quotidiani come salire le scale, andare in bicicletta al lavoro oppure una passeggiata durante la pausa pranzo fanno la differenza. I biohacker sanno che il corpo umano ha evolutivamente bisogno di molto esercizio e che stare seduti sulla sedia dell’ufficio, sul divano e in macchina per ore e ore ogni giorno sono contro la sua natura.

No-Go-Hack: raggiungere i tuoi limiti ogni giorno.

Il ritmo circadiano come strumento nel biohacking

Che l’alimentazione e l’esercizio fisico abbiano un impatto immenso sulla salute e sul benessere è indiscusso. Il pensiero olistico è evidente soprattutto con questo terzo pilastro del body hacking: un buon sonno è essenziale per la salute e le prestazioni a lungo termine. Il modo in cui ti comporti durante il giorno e la sera influenza significativamente il sonno.

Ecco perché i bio hacker di successo si concentrano principalmente sulla riduzione dello stress e sul ritmo circadiano che descrive il naturale ritmo giornaliero di 24 ore. Durante il giorno cambiano molte funzioni e parametri del corpo, come la pressione sanguigna, la temperatura corporea e la secrezione ormonale. Quest'ultima in particolare ci fa essere particolarmente efficienti, insensibili al dolore o addirittura stanchi, a seconda del momento della giornata. La nostra vita moderna, con luce artificiale, il lavoro a turni e altre influenze ambientali, può sconvolgere questo ritmo.

Un esempio? Appena diventa scuro, il corpo comincia normalmente a rilasciare la melatonina, l’ormone del sonno. La luce con un alto contenuto di luce blu (lampada, smartphone, laptop) interferisce con la produzione di melatonina e questo ti tiene sveglio. Ti addormenti particolarmente bene guardando Netflix la sera? Può essere, ma il sonno è meno riposante e può succedere di svegliarsi più spesso di notte.

I bio hacker cercano quindi di adattare il più possibile la loro vita quotidiana al ritmo circadiano e, per esempio, di fare a meno della luce blu la sera. I cosiddetti occhiali con filtro per la luce blu sono considerati un aiuto per le serate in cui non si può fare a meno della luce e degli schermi.

Altre azioni popolari per un buon sonno e per il recupero della forza sono:

  • allenamento al freddo
  • meditazione
  • esercizi di respirazione
  • una misura salutare - prendere sole e luce diurna
  • lampade a luce diurna e rossa
  • detox digitale
  • oil pulling (sciacquare la bocca con dell’olio)
  • creazione di routine
  • per le donne: dieta ed esercizio fisico secondo il ciclo mestruale

È da molto tempo che vuoi migliorare il tuo sonno? Nello speciale di nu3 su come dormire meglio trovi molte informazioni e consigli per notti riposanti.

No-Go-Hack: perfezionismo - non devi integrare tutto immediatamente e stravolgere la tua vita quotidiana. Questo ti mette solo sotto pressione e causa stress.

Un corpo sano ha bisogno anche di uno spirito sano. Con il giusto atteggiamento e la giusta mentalità, si può raggiungere qualsiasi cosa. Puoi fare uso dei seguenti trucchi mentali:

  • Il journaling è molto popolare tra i biohacker e non solo. Scrivere obiettivi, pensieri e liste di cose da fare aiuta a mettere ordine nella mente. Soprattutto se sei spesso tenuto sveglio dalla giostra dei pensieri. Ti aiuta anche a seguire i progressi e a visualizzare gli obiettivi.
  • Tieni un diario della gratitudine dove annoti tre cose per cui sei grato ogni giorno. Lo puoi unire anche al journaling.
  • Mantenere i contatti sociali, un’appartenenza viva ad una comunità o il contatto fisico sono spesso sottovalutati quando si tratta di salute.

Nella scena del biohacking si parla sesso di routine, soprattutto di routine mattutina e routine serale. Suona un po’ old school all’inizio e poco flessibile, ma ha la sua giustificazione. Sviluppare una routine personale, aiuta a trovare un equilibrio, ad integrare gli strumenti del biohacking nella routine quotidiana e a rompere le cattive abitudini. Nei momenti decisivi farai la scelta giusta e riconoscerai cosa va bene per te stesso, cosa non lo è e quali sono le tue priorità.

Per illustrare il tutto, ti mostriamo un esempio di routine mattutina che molti biohacker seguono. Se sei uno di quelli a cui piace sperimentare, puoi iniziare subito al mattino presto.

Biohacking routine mattutina - Cura orale

Comincia la giornata con dell’oil pulling. Questa tradizione ayurvedica si dice che sbianchi i denti, migliori la sensazione in bocca e liberi la bocca dalla placca e dai batteri.[1] La bocca viene sciacquata con un cucchiaino di olio di cocco o di sesamo per circa 15-20 minuti. L’olio dovrebbe essere fatto girare in bocca avanti e indietro il più continuamente possibile e sputato infine su un panno. Poi sciacquare la bocca con acqua calda e lavarsi i denti come al solito.

Consiglio nu3: usa il tempo durante l'oil pulling per preparare il caffè o il tè o fare qualche esercizio di stretching.

Biohacking routine mattutina - Meditazione

Sapevi che una perdita di liquidi pari al due per cento del peso corporeo limita già le prestazioni? Bevi quindi prima di tutto due bicchieri di acqua. Opzionalmente con il succo di un limone fresco e mezzo cucchiaino di sale. In questo modo si reintegra l'equilibrio idrico ed elettrolitico direttamente dopo il sonno. In seguito è il momento ideale per l'esercizio fisico, la meditazione o gli esercizi di respirazione. Questo lo puoi variare ogni volta a seconda di come ti senti. L’obiettivo è quello di ascoltare il proprio corpo, ascoltarsi e cominciare la giornata in modo consapevole.

Biohacking routine mattutina - Doccia fredda

Sotto la doccia fredda! E se possibile ogni mattina. Assicura energia e forza - promesso! Se non hai ancora esperienza con l’allenamento al freddo (di seguito maggiori informazioni su questo concetto) o con le docce fredde, abituati lentamente facendo docce calde all’inizio e passando all’acqua fredda solo alla fine. Comincia a bagnare di acqua fredda le braccia e le gambe prima di arrivare alla parte superiore del corpo e alla testa. Aumenta lentamente da 20 secondi a tre minuti o fino a fare la doccia completamente con solo acqua fredda.

Biohacking routine mattutina - Bulletproof Coffee

Se non sei una persona da colazione, prova il digiuno intermittente sul quale molti biohacker scommettono. Se hai un disperato bisogno di energia o una mattinata impegnativa davanti a te, prova un bulletproof coffee con burro di mucche allevate al pascolo e olio di cocco o di trigliceridi a catena media. Nel contesto del digiuno o delle diete low carb o chetogeniche, il grasso che metti nel caffè (o nel tè) può aiutare il corpo a passare dei grassi al metabolismo e a trarre energia dai grassi o dai corpi chetonici. Trovi maggiori informazioni sulla pagina dedicata alla nutrizione chetogenica.

Biohacking routine mattutina - Journaling

Prenditi cinque minuti, un quaderno degli appunti e scrivi tre cose di cui sei impaziente e grato per quel giorno. In alternativa stendi un elenco con le cose più importanti che devi fare. Assicurati che la tua lista di cose da fare sia realistica e non ti metta troppo o troppo poco alla prova.

Naturalmente, non devi adottare questa routine esattamente allo stesso modo ogni giorno, ma puoi adattarla a seconda delle tue esigenze. Qualunque sia la tua routine mattutina, imposta la sveglia in modo da avere abbastanza tempo e non stressarti.

No-Go-Hack: la funzione snooze della sveglia deve essere evitata a tutti i costi. Con essa può succedere di cadere di nuovo in una fase di sonno profondo e di sentirsi ancora più stanchi.

Suggerimento professionale: lascia da parte smartphone, tablet o laptop per la prima ora dopo esserti alzato e preoccupati solo di te stesso. Consigliamo inoltre di prendere un po’ di luce del giorno al mattino, con una passeggiata mattutina con il cane, una piccola sessione di allenamento intervallato ad alta intensità o di andare al lavoro in bicicletta. Decidi tu. La luce del giorno segnala al corpo che la notte è passata e aiuta a cominciare la giornata con forza. L’aria fresca del mattino aiuta in tutto questo.

Non ne hai ancora avuto abbastanza?

Se sei un grande fan di struttura e routine, crea anche una routine per la sera. Aiuta a fermarsi e a ridurre lo stress, che arriva sotto forma di rumore, tossine ambientali e tutti i tipi di impressioni sensoriali.

In questo caso è una buona idea sostituire le vecchie abitudini:

Anziché: Preferire:

Sport intensivo alla sera

Meditazione o esercizi di respirazione

Birra o vino dopo il lavoro

Pediluvi caldi e una tazza di tisana alle erbe

Netflix, Instagram & Co.

Leggere o ascoltare storie per addormentarsi

Patatine e cioccolato come snack serale

Un pasto leggero al più tardi quattro ore prima di andare a dormire

Ora hai ricevuto molti input. Ma quali strumenti sono i più efficaci? La scelta non è stata per noi facile ma la concentrazione è fondamentale. Ecco quindi ora i nostri 5 migliori consigli che porteranno la tua salute e il tuo benessere ad un altro livello, che sono gratuiti e per i quali devi investire pochissimo tempo. Ne abbiamo già menzionati alcuni prima. Ora puoi scoprire perché dovresti assolutamente provarli!

#1: Allenamento al freddo

Docce fredde, bagni con il ghiaccio o brevi passeggiate invernali in abiti leggeri sono tra i migliori hack nel mondo del biohacking per diverse ragioni. Forse conosci Wim Hof, che ha già dimostrato più volte con i suoi record mondiali che il freddo non fa ammalare (la colpa è dei virus e dei batteri), ma può addirittura proteggere dalle malattie. L’allenamento al freddo:

  • rafforza il sistema immunitario,[2]
  • migliora la capacità di recupero e
  • aumenta il rendimento.[3]

Simile all’esercizio intensivo, il freddo mette temporaneamente il corpo in una situazione di stress, per cui si adatta e diventa più forte. Non dovresti tralasciare nemmeno l’aspetto mentale. Immagina quanto sarai orgoglioso di te stesso dopo la tua prima doccia esclusivamente fredda.

No-Go-Hack: da 0 a 100. Preparati lentamente per il tuo primo e breve hack! Al bagno di ghiaccio per esempio, facendo prima regolarmente delle docce fredde. Evita l’allenamento al freddo quando sei malato o raffreddato e non andare mai a fare un bagno di ghiaccio da solo per essere al sicuro.

#2: Digiuno intermittente

Con un digiuno regolare, idealmente almeno 16 ore al giorno, alleggerisci l’apparato digerente. Il digiuno intermittente migliora inoltre la rigenerazione e il rinnovamento delle cellule[4] e aumenta il rilascio degli ormoni della crescita, che è importante sia per la costruzione dei muscoli che per la perdita di grasso. Riduce poi il rischio di diabete di tipo II, specialmente in combinazione con una dieta a basso contenuto di zuccheri e carboidrati. Molti biohacker indicano anche una maggiore concentrazione e produttività al mattino se rinunciano alla colazione, o un sonno migliore se consumano il loro ultimo pasto nel primo pomeriggio.

#3: Respirazioni

C'è un crescente interesse per una corretta respirazione e per il lavoro sul respiro. Comprensibile, perché in linea di principio respiriamo sempre senza pensarci. Fattori come lo stress, la cattiva postura e i seni nasali cronicamente bloccati (a causa di allergie, per esempio) ci fanno respirare più spesso attraverso la bocca. Inoltre noi respiriamo più velocemente e meno profondamente dei nostri antenati. Il naso filtra, riscalda e umidifica l'aria prima che raggiunga i polmoni. Respirare con la bocca non permette che sia consegnato abbastanza ossigeno ai tessuti del corpo. Le conseguenze possono essere una riduzione delle prestazioni e delle difese immunitarie, pause respiratorie notturne (apnea notturna) e russamento.

Cerca quindi di respirare sempre con il naso (preferibilmente anche quando fai sport) e di integrare gli esercizi di respirazione nella vita di tutti i giorni. È stato dimostrato che ha un impatto positivo sui livelli di stress. Espirare più a lungo dell'inspirazione attiva il sistema nervoso parasimpatico, parte del sistema nervoso autonomo, che è responsabile del recupero e della costruzione delle riserve e ha un’influenza sull’equilibrio interno (omeostasi). Prova una volta questo esercizio: mentre inspiri, conta lentamente fino a quattro e mentre espiri, conta lentamente fino a cinque. Se lo trovi facile, puoi estendere ulteriormente l'espirazione e contare fino a sei, sette o otto.

Consiglio nu3: molti esercizi di respirazione possono essere incorporati discretamente nella vita quotidiana: mentre si guida per andare al lavoro, mentre si va a fare la spesa o mentre si pulisce.

#4: Meditazione

La respirazione gioca un ruolo importante anche nella meditazione. Questi esercizi centenari, spirituali e di respirazione sono qualcosa di più che stare semplicemente seduti fermi, a respirare e a non pensare a niente. L’obiettivo è anche quello di percepire i sentimenti e i pensieri senza giudicarli e stando completamente nel momento. La meditazione aiuta a concentrarsi più facilmente e più a lungo nella vita quotidiana e sul lavoro, a essere più consapevoli del qui e ora e a ridurre lo stress.

Se non hai mai meditato prima, le meditazioni guidate con un'app o un video possono aiutarti. In alternativa puoi seguire anche queste indicazioni:

  • Siediti comodamente e in posizione eretta su una sedia o su un cuscino.
  • Inspira ed espira profondamente per alcune volte.
  • Concentrati sul respiro e cerca di immaginarlo quando attraversa i polmoni e il corpo entrando ed uscendo
  • Quando ti accorgi che i pensieri stanno vagando, lasciali passare come nuvole e concentrati di nuovo sul respiro.

No-Go-Hack: lunghe meditazioni che riesci a fare solo sporadicamente. Integra una breve pratica di meditazione nella routine mattutina. Da cinque a dieci minuti al giorno sono sufficienti per iniziare.

#5: Detox digitale

Ciò che all'inizio non sembra così difficile può essere una vera sfida, perché spesso prendiamo lo smartphone o accendiamo la TV per abitudine. Nel nostro mondo moderno, siamo esposti quotidianamente all'influenza dei media e al sovraccarico di informazioni. Allo stesso tempo, molte delle informazioni sono completamente irrilevanti per noi come individui e non hanno alcun beneficio. Rinunciare ai media digitali per un po' non è solo un hacking completamente gratuito, ma sei anche ricompensato con un sacco di tempo libero in più, che puoi passare con gli amici, la famiglia, nella natura o provando altri biohack. Integra il detox digitale il più possibile nella vita di tutti i giorni. Se sei un vero dipendente di smartphone, ecco alcuni consigli:

  • In primo luogo, bandisci per ore il cellulare dal luogo in cui ti trovi. Idealmente per la prima ora del mattino e l’ultima ora della sera.
  • Durante queste ore imposta il cellulare in modalità volo.
  • Lascialo a casa quando vai a fare jogging, quando porti a spasso il cane o semplicemente fai una passeggiata. In questo modo sei molto più consapevole di ciò che ti circonda.
  • Rinuncia all'influenza dei media digitali per un giorno intero, un intero fine settimana o anche un'intera settimana..

Ora è il momento di cominciare! Con la nostra guida al biohacking, puoi integrare gli hack nella tua vita quotidiana in modo sostenibile.

Lunedì

Mindset: prendi tra le mani un taccuino per gli appunti e segna le risposte alle seguenti domande: Come sto? Ho dolore, tensione, buon o cattivo umore? Segna 3 cose per cui sei grato.

Movimento: oggi fai almeno 10.000 passi.

Alimentazione: riduci i carboidrati nell’ultimo pasto. Combina una buona porzione di verdure con una fonte proteica a tua scelta - pesce, carne o uova e tofu o tempeh sono ideali. Completa il tutto con i grassi sani di una mousse di noci, d'avocado e dei semi di canapa.

Martedì

Alimentazione: includi il digiuno a intervallo. Fai passare almeno 12 ore (meglio 14-16 ore) tra l’ultimo pasto e il primo del giorno seguente.

Movimento: esci nella natura (passeggiate nei boschi, yoga al parco). Almeno 30 minuti. Distrae e non devi pensare al cibo tutto il tempo.

Mercoledì

Movimento: osa fare un intenso allenamento a intervalli, alternando più volte un ritmo molto veloce e uno moderato. Camminare, nuotare, andare in bicicletta sono ideali. Raggiungerai i tuoi limiti dopo 30 minuti al massimo.

Alimentazione: bevi oggi almeno due litri di acqua e fai attenzione all’apporto proteico. Le proteine favoriscono la crescita e il mantenimento muscolare. Cosa ne dici di un frullato proteico dopo l’allenamento intervallato ad alta intensità HIIT? Il grass fed whey di nu3 provvede a darti proteine ad alto valore nutrizionale.

 

Giovedì

Alimentazione: mangia meno carboidrati e più grassi durante il primo pasto della giornata. Cosa ne di dici di una omelette con avocado e spinaci, un bulletproof coffee o un panino proteico con noci?

Mindset: scrivi ogni mattina cosa vuoi fare di buono per tè stesso oggi (ad esempio meditare) e segnalo nell’agenda. In questo modo crei più impegno verso obiettivi e desideri.

Rigenerazione: cercati un posto tranquillo e medita per cinque-dieci minuti.

Ricette dolci e salate ricche di proteine

Venerdì

Movimento: metti una sveglia ogni ora nell’ufficio di casa e muoviti per cinque minuti. Prenditi un bicchiere di acqua e fai un paio di esercizi di stretching.

Rigenerazione: per aiutare il sonno, consuma l’ultimo pasto della giornata almeno quattro ore prima di andare a dormire ed evita la caffeina dopo le 14.

Sabato

Alimentazione: fai qualcosa di buono per l’intestino, mangiando molte fibre (specialmente da verdure, funghi, frutta a guscio e semi) e una porzione di probiotici come kimchi, crauti, kefir e yogurt.

Qui trovi altri alimenti che fanno bene alla flora intestinale.

Movimento: mettiti alla prova di nuovo con un allenamento intensivo e fai bruciare i muscoli con piegamenti, flessioni e crunch.

Domenica

Alimentazione: aumenta le ore di digiuno a 14, 16 o 18; a seconda di come hai iniziato il secondo giorno.

Movimento: fai una gita nel verde e passa la giornata all’aria aperta. Con la bici o a piedi.

Detox digitale: oggi evita completamente cellulare, tablet e simili.

A conclusione della settimana: guarda di sera gli appunti del primo giorno e cerca di capire come ti senti oggi. Rifletti quali hack ti hanno fatto sentire particolarmente bene e perché. Pianifica la settimana successiva con gli stessi biohacking o nuovi.

Puoi scaricare il piano settimanale di biohacking qui - puoi sempre tenerlo d'occhio sulla tua bacheca o sul frigo.

Avresti mai pensato che il biohacking è così adatto alla vita quotidiana? Vorresti magari approfondire di più il tema? Faccelo sapere nel nostro modulo di feedback.

Abbiamo anche alcune raccomandazioni di libri qui:

  • Dave Asprey – "Super Human"
  • James Nestor – "Atem"
  • Kasper van der Meulen – "Mindlift: mental fitness for the modern mind"
  • Anja Leitz – "Better Body, Better Brain"
  • Wim Hof – "The Wim Hof Method"

Chi sta scrivendo?

 

Marina Lange ha studiato nutrizione e scienza dell'alimentazione e, grazie alla sua passione per lo sport e il fitness, presta particolare attenzione ad un'alimentazione sana. È interessata a prodotti innovativi, nuove forme di nutrizione e scoperte attuali, nonché a metodi di allenamento efficaci e tendenze del fitness. Da nu3 scrive sulla nutrizione e il fitness.

Riferimenti e note:

Marina Lange
${store.shared.alert.message }

Il tuo browser web non è più supportato in modo ottimale. Aggiorna il tuo browser per una maggiore sicurezza, velocità e per una migliore navigazione nel nostro negozio.

Aggiorna il browser