Verifica degli alimenti

Sfatiamo i falsi miti alimentari

Gli esperti di nu3 verificano, cosa è veramente vero

Contenuto

    ...content shows up after page is published.

I falsi miti dell’alimentazione sono numerosi e vanno da "le proteine danneggiano i reni" a "i carboidrati fanno ingrassare" fino a "la vitamina C protegge dal raffreddore". Ora ti spiegheremo in cosa consistono queste persistenti saggezze e quali di esse sono semplicemente errori nutrizionali. Daremo anche un'occhiata più da vicino alla nostra personale top 9 dei falsi miti alimentari:

Questa convinzione errata è ben radicata nella mente di molte persone ed è un vero e proprio classico tra i falsi miti alimentari. Alcune persone evitano i grassi, preferiscono prodotti leggeri e magari pensano che mangiare insalata la sera sia possibile solo senza condimento – ma la paura dei grassi non è necessaria. Con nove chilocalorie per 100 grammi, i grassi forniscono più energia delle proteine e dei carboidrati. Ma è anche un nutriente principale importante e prezioso, poiché l'organismo non è in grado di produrre da solo alcuni acidi grassi.

nu3 Omega-3

La scelta dei grassi è fondamentale. Per non renderla troppo complicata: si fa una distinzione tra acidi grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi. Questi ultimi sono essenziali e devono essere ingeriti attraverso gli alimenti. Si trovano soprattutto nei pesci grassi come il salmone o lo sgombro, ma anche nei semi di lino e nelle noci. Per soddisfare il fabbisogno di omega-3 si consiglia di consumare pesce di mare una o due volte alla settimana. Se vuoi approfondire il mondo dei grassi, leggi il nostro l'articolo "Grassi sani per l'alimentazione".

Per coprire il fabbisogno di omega-3, particolarmente preziosi ed essenziali, è possibile assumere un integratore.

Probabilmente l'hai già sentito dire: i carboidrati fanno ingrassare, soprattutto la sera. Qual è la verità? Mangiare a tarda sera non è salutare? Non ci sono studi chiari, ma secondo l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) non è importante quando si mangia, ma cosa si mangia.[1] Questo non si riferisce a un gruppo di alimenti (come i carboidrati), ma ai valori nutrizionali. Perché non è l'ora del giorno ad essere responsabile dell'aumento di peso, ma un eccesso di calorie. Di conseguenza, il detto "mangiare come un imperatore al mattino, come un re a mezzogiorno e come un mendicante alla sera" non è necessariamente corretto. Poiché il nostro corpo ritrae l'attività dello stomaco e dell'intestino durante la notte, tra l'altro, i pasti pesanti a tarda sera possono disturbare il sonno. Lascia quindi un po' di tempo tra la cena e l'ora di andare a letto e opta per cibi più facili da digerire.

Gli spinaci ti fanno pensare ai grandi bicipiti di Braccio di Ferro? Nel 1890, il fisiologo Gustav von Bunge studiò il valore nutrizionale degli spinaci. Il risultato: 35 milligrammi di ferro per 100 grammi di spinaci! Il fatto che Gustav si riferisse agli spinaci secchi e non a quelli freschi genera ancora oggi confusione e si è guadagnato il terzo posto tra i nostri falsi miti dell’alimentazione. Il contenuto di ferro degli spinaci freschi è di soli tre milligrammi per 100 grammi. Tuttavia, grazie al suo elevato contenuto di minerali, gli spinaci meritano comunque un posto fisso nel tuo menu.

Una donna mette gli spinaci nel frullato

Un bicchiere di latte caldo con miele e i sogni d'oro sono garantiti – almeno questo è il mito. È vero che il latte contiene le sostanze che inducono il sonno, la melatonina e il triptofano, ma in quantità talmente ridotte che l'effetto soporifero è prevedibile solo dopo circa 24 bicchieri di latte[2][3] – e con queste quantità, una vescica piena probabilmente ti toglierà il sonno.

Come parte della tua routine serale, ti consigliamo di fare esercizi di rilassamento o di bere un delizioso moon-milk con ashwaganda o shiitake.

Perdere peso funziona meglio senza colazione: vero o falso? Come già detto, la perdita di peso è una questione di equilibrio calorico. Come già detto, perdere peso è una questione di equilibrio calorico. Poiché dopo ogni pasto viene rilasciata l'insulina (che a sua volta blocca la combustione dei grassi), fa differenza se si consumano tre o cinque pasti al giorno. Il fatto che si riesca meglio con o senza colazione dipende dalla persona. Se una persona si sente già molto affamata al mattino, l'altra non vuole nemmeno pensare di mangiare al mattino.

Donna con frullato BEAVITA

Se si ritarda a lungo il primo pasto nonostante la fame, si possono risparmiare le calorie per il momento, ma spesso le si consuma di nuovo inconsciamente nel corso della giornata. Alcuni studi hanno addirittura dimostrato che saltare la colazione è legato all'obesità.[4] Un altro studio dimostra che l'orario del pasto principale non ha alcuna influenza sull'apporto calorico totale della giornata.[5] Le persone sottoposte al test si sentivano addirittura più sazie durante la giornata con una colazione equilibrata.

Se vuoi ridurre le calorie in modo intelligente ma non vuoi saltare un pasto, prova BEAVITA.

La vitamina C contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e alla normale funzione del sistema immunitario.[6] Non a caso molte persone si affidano ai limoni quando hanno il raffreddore, perché si dice che contengano livelli particolarmente elevati di vitamina C.

Sì, i limoni forniscono vitamina C. La quantità, tuttavia, dipende dalle dimensioni, dal grado di maturazione, dalla varietà e dal paese di origine. Gli studi hanno rilevato un contenuto di vitamina C compreso tra 21 e 39 milligrammi per 100 grammi.[7] Il limone è una buona fonte di vitamina C, ma non ne contiene tantissima. Ad esempio, la nostra polvere di acerola nu3 fornisce 10.400 milligrammi di vitamina C per 100 grammi; la rosa canina ne contiene 100 milligrammi e l'olivello spinoso circa 400 milligrammi. Puoi trovare la vitamina C a dosaggio massimo anche nel nostro shop: nu3 Vitamina C forte.

Mentre alcuni mangiano carne ogni giorno per fare il pieno di proteine, altri preferirebbero mangiare insalata tutti i giorni, per paura che i reni subiscano danni se consumano troppe proteine. Dopotutto, è proprio questo che dice uno dei più noti falsi miti alimentari.

Le proteine sono particolarmente apprezzate dagli sportivi perché contribuiscono al mantenimento e all'aumento della massa muscolare e sono indispensabili per il corpo. Quando le proteine vengono convertite, nell'organismo si produce ammoniaca, che viene poi espulsa attraverso i reni nelle urine. Pertanto, i reni devono lavorare di più quando il consumo di proteine è maggiore. Tuttavia, se si è in buona salute e si beve a sufficienza, non si devono temere effetti negativi. Finora non è stato riscontrato un accumulo di malattie renali, né cambiamenti funzionali o morfologici significativi nei reni.[8] Tuttavia, chi ha disturbi ai reni dovrebbe consultare un medico.

Fonti proteiche

Ti stai chiedendo di quanta acqua hai veramente bisogno al giorno? L'indicazione di 2,5 litri non è del tutto sbagliata. Tuttavia, questo valore comprende tutti i liquidi, anche quelli provenienti dagli alimenti. Il Ministero della Salute fornisce delle indicazioni e raccomanda circa 2 litri al giorno.[9] Come regola generale, si possono considerare anche 30-40 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo. Tuttavia, se fai molto sport, sei esposto a temperature elevate o sei a letto con la febbre, il tuo fabbisogno di liquidi aumenterà. Per rimanere ben idratati, inizia la giornata con un grande bicchiere d'acqua e tieni la tua bevanda a portata di mano. L'ideale sarebbe bere acqua o tè non zuccherato.

Formica con foglia

Dopo la serie "The Last of Us" (basata sull'omonimo videogioco), il fungo codyceps ha indotto alcune persone ad avere paura. Lì, il fungo trasforma le persone in creature simili a zombie. Ma qual è la verità su questo scenario post-apocalittico? Il fungo esiste davvero, non è inventato.

Originario della foresta pluviale tropicale, il parassita attacca gli insetti (soprattutto formiche) e ne assume il controllo.[10]  Per farlo, si nutre del cervello degli insetti e ne determina il comportamento. La natura scrive i copioni migliori: l'uomo deve avere paura ora? Non c'è da preoccuparsi! La temperatura del corpo umano è troppo calda per il parassita e non può sopravvivere. Nel mondo occidentale il fungo è addirittura apprezzato e assunto come adattogeno.

Esistono diversi falsi miti alimentari che ancora oggi sono radicati nella mente di molte persone. Potremmo continuare all'infinito. Dopotutto, l'elenco dei falsi miti alimentari è lungo: "la cola aiuta a risolvere i problemi di digestione", "le uova aumentano il colesterolo", "i prodotti light fanno male", “l’ananas brucia i grassi” e così via. Ma questo sarebbe andato oltre lo scopo di questo articolo.

Speriamo comunque di essere riusciti a fare un po' di luce nell'oscurità. Il nostro consiglio: metti sempre in discussione la saggezza presunta, invece di adottarla direttamente.

Chi sta scrivendo?

Leonie ha studiato comunicazione e marketing ed è un'appassionata bevitrice di caffè. Le piace trascorrere il tempo libero facendo fitness, visitando i mercati e scoprendo le ultime tendenze alimentari. Per ispirare gli altri su una sana alimentazione e sul suo amore per lo sport, scrive da nu3 i suoi argomenti più sentiti.

Riferimenti e note:

giugno 27, 2023
Leonie