Servizio & FAQ Spedizione gratuita a partire da 49,00 € Assicurati il 15% di sconto
Aggiungi 49,00 € per ottenere la spedizione gratuita
0,00 € Totale parziale
Al carrello

Food trends 2021

Food trends 2021

Cucina asiatica tradizionale e curiose innovazioni

Portiamo a casa il gusto di paesi lontani e sogniamo le emozionanti metropoli dell'Asia. Piatti tipici del Giappone, della Corea del Sud e di altri paesi ancora si fanno strada nelle nostre cucine. Ma i trend alimentari del 2021 hanno anche altri temi interessanti. Convinciti subito!  

1. Tteokbokki

La prima tappa sulle nostre tendenze alimentari asiatiche è la Corea e il suo cibo di strada più popolare: i tteokbokki. Ciò che sembra a prima vista dei rigatoni italiani, sono in realtà degli gnocchi di riso bianco cilindrici. Il tteok (che sta per gnocco di riso in coreano) è servito preferibilmente in salsa piccante e combinato con pesce, uova cotte e naturalmente il tipico kimchi coreano. La consistenza morbida e leggermente impastata del tteok potrebbe essere un po' insolita, ma non per niente stanno godendo di una crescente popolarità oltre i confini della Corea. Che si tratti di Londra o Berlino, nei quartieri alla moda di molte delle principali città europee, la gamma di ristoranti coreani sta crescendo ed ovviamente hanno anche i tteokbokki nel menu.

2. Mochi (gelato)

Il riso e la farina di riso in Asia non vengono usati solo per cibi salati, ma anche per piatti dolci. Quindi anche per i mochi e i dolci di riso. I mochi sono originari del Giappone ma diffusi in tutta l’Asia ed ora sono arrivati anche da noi. Tradizionalmente queste piccole palle bianche sono farcite con una pasta di fagioli rossi, burro di arachidi, cocco e crema di sesamo. Gran successo in estate: il gelato mochi. La pastella in questo caso è un po’ più sottile e il ripieno è cremoso e ghiacciato. Il gelato mochi è ora disponibile anche nei nostri supermercati oppure, con un po' di abilità, puoi farlo da sola seguendo la tua ispirazione. Qui puoi trovare delle indicazioni.

3. Dagli adattogeni alla nutrizione personalizzata

Gli adattogeni come la radice Ashwagandha e i funghi Cordyceps hanno una lunga tradizione d’utilizzo e si ritiene che le loro sostanze nutritive vegetali siano d’aiuto al corpo rendendolo più sano e resiliente. Allo stesso tempo molte start up puntano su tecnologie innovative nel campo della nutrizione. Lontano dalle raccomandazioni nutrizionali generali e indirizzate verso consigli nutrizionali che si basano sul DNA o sul microbioma intestinale personale. Questo dovrebbe migliorare il benessere dell'individuo e aiutare gli eventuali problemi di peso. Sembra interessante in ogni caso.

4. Al banco delle bevande

Non solo gli alimenti diventano sempre più funzionali, ma anche le bibite contengono nuovi ingredienti speciali. Tra queste troviamo: infused beer, fibre water (la cui origine è ancora asiatica), acqua proteica o coffbucha, vale a dire un mix proteico tra caffè e kombucha. Bibite ibride al caffè per una ricarica di energia al pomeriggio sono in generale in aumento, come ad esempio la combinazione di cold brew coffee e tonic water. Sono di moda assolutamente anche i cocktail analcolici con i superfood come alternativa più sana ai cocktail alcolici.

5. High tech farming

In alcuni supermercati è arrivato già in modo innovativo il vertical farming. Insalate ed erbe vengono coltivate direttamente in serre nel supermercato. Presto succederà anche per le bacche e per i funghi. Un approccio interessante è la coltivazione di colture subacquee sul fondo del mare (underwater farming) così come le cosiddette floating farms. I nuovi metodi di coltivazione dovrebbero essere rispettosi dell'ambiente, preservare le risorse e allo stesso tempo garantire l'approvvigionamento alimentare per la popolazione mondiale.

6. Ghost kitchen

Ristoranti senza ospiti: il futuro potrebbe sembrare così, anche dopo il Covid-19. La tendenza della ghost kitchen o della dark kitchen arriva dagli Stati Uniti dove si cucina ma non si serve. Il servizio di consegna a domicilio ti porta il cibo delle catene di ristoranti digitali. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità dei cibi consegnati, concentrandosi sulla preparazione e il confezionamento dei piatti in modo che continuino a cuocere durante il trasporto. Il risultato è quello di ricevere a casa un pasto come se fosse appena uscito dalla cucina di un ristorante.

7. Support your locals

Regionale e stagionale - questa è la nutrizione sostenibile. AI tempi del Covid-19 poi, regionale ha un significato completamente diverso. La pandemia ha gravi conseguenze economiche, soprattutto per le piccole e medie imprese. La chiamata è quindi “support your locals”. Sia che si tratti del tuo ristorante preferito italiano dietro l’angolo, della fattoria nel paese vicino o del negozio di frutta e verdura del quartiere, l’economia regionale dovrebbe essere rafforzata.

8. Okonomiyaki

Torniamo in Giappone e ad uno dei suoi piatti tradizionali: l’okonomiyaki. Significa qualcosa del tipo "friggi quello che vuoi" ed è il motivo per cui per questo mix tra crespella e pizza ci sono molte ricette diverse. Brodo, uova, cavolo cappuccio e farina costituiscono la base che viene fritta su una piastra calda e farcita con verdure, pasta, carne, pesce o frutti di mare a piacere. Il tutto è condito con una speciale salsa okonomiyaki, maionese, alghe tritate e cipollotti. Meravigliosamente ricca e varia, la pizza giapponese sta diventando sempre più popolare in Italia e in Europa.

9. Sushi bake

Il sushi bake è l’attuale tendenza delle Filippine. La nuovissima variante del sushi non è fritta, ma cotta al forno come una specie di casseruola. La base è ovviamente il riso sushi, che viene cotto al forno con uno strato di crema di formaggio fresco, furikake (una miscela di sesamo e alghe) e, se volete, pesce, surimi o tofu. Con un condimento di salsa al peperoncino, maionese e semi di sesamo, la casseruola di sushi viene servita in porzioni in foglie di alghe. Questo sushi senza involtini complicati e pesce crudo troverà sicuramente alcuni seguaci anche qui. Che ne dici di una ricetta per sushi baked vegano?

 

10. Hummus al cioccolato

E infine qualcosa di dolce: crema di ceci al cioccolato o anche detto hummus al cioccolato. Possiamo ben immaginarlo come dessert con la banana, come crema da spalmare sul pane o come condimento. Grazie all’alto contenuto di proteine vegetali, fibre e minerali, i ceci sono molto apprezzati: cotti al forno, sotto forma di falafel o nel curry. Questi legumi sono adatti anche per dessert senza glutine. Hai voglia di una ricetta speciale? L'hummus al cioccolato della nu3 è povero di zuccheri e ti dà una porzione extra di proteine ​​dalle proteine ​​del latte ad alto valore nutrizionale!

Ti sei perso le tendenze dell'anno scorso? Clicca qui per le tendenze alimentari 2020 ►

Chi sta scrivendo?

 

Marina Lange ha studiato nutrizione e scienza dell'alimentazione e, grazie alla sua passione per lo sport e il fitness, presta particolare attenzione ad un'alimentazione sana. È interessata a prodotti innovativi, nuove forme di nutrizione e scoperte attuali, nonché a metodi di allenamento efficaci e tendenze del fitness. Da nu3 scrive sulla nutrizione e il fitness.

Marina Lange